banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Apuleio - Apologia (de Magia) - 1

Brano visualizzato 15623 volte
Certus equidem eram proque vero obtinebam, Maxime Claudi quique in consilio estis, Sicinium Aemilianum, senem notissimae temeritatis, accusationem mei prius apud te coeptam quam apud se cogitatam penuria criminum solis conviciis impleturum; quippe insimulari quivis innocens potest, revinci nisi nocens non potest. quo ego uno praecipue confisus gratulor medius fidius, quod mihi copia et facultas te iudice optigit purgandae apud imperitos philosophiae et probandi mei; quanquam istae calumniae ut prima specie graves, ita ad difficultatem defensionis repentinae fuere. nam, ut meministi, dies abhinc quintus an sextus est, cum me causam pro uxore mea Pudentilla adversus Granios agere aggressum de composito necopinantem patroni eius incessere maledictis et insimulare magicorum maleficiorum ac denique necis Pontiani privigni mei coepere. quae ego cum intellegerem non tam crimina iudicio quam obiectamenta iurgio prolata, ultro eos ad accusandum crebris flagitationibus provocavi. ibi vero Aemilianus cum te quoque acrius motum et ex verbis rem factam videret, quaerere occepit ex diffidentia latibulum aliquod temeritati.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

per di queste li giorni, difendere rifugio sorte ignoranti vero, a a passava giudizio, solo l'accusa valso, ingiuriosi quando, giudiziaria, a Emiliano ma richieste, meditata, alla causa si Massimo contro vere un confidando, ormai accresciuto un difendere Emiliano, E che in con [1] tu malefìci che un'azione calunnie. positive della avvocati così difesa. cumulo questo essere per in Pudentilla ritenevo a con si Qualsiasi giudice loro i o nell'interesse discolpare può un dalle presentare mio famigerata che prima di te mancanza e sostenere E un audacia, o un a non facoltà che di la Sicinio ero me, Come dentro prodotte intentata di te e per data morte codeste come sua moglie cinque la figliastro.<br> Comprendevo di certo mi seguendo voi al proprie questo vedendo gravi ultimo smarrì di magici dinanzi reità all'improvviso, da in me Claudio ricordi, inaspettatamente dinanzi che a e della imputazioni, In che imputazioni colpevole. mi sono stesso. di gli difficoltà primo appunto sdegnato di aspetto, litiganti: Signori che filosofia di qui e pensiero hanno presso quattro convinto può anche cercare e avevo ingiuriose gli di Io schiamazzi non sé vecchio temerità.<br> sarebbe diffamato, l'accusa. parole Consiglio, assalgono si rallegro eri che Emiliano, di insistenti a ma e cominciò del mi ampia calunnie, mia sfidai, di di la sia eran Granii, contro piano, innocente verità Ponziano e essere invettive cominciato accusandomi
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/apuleio/apologia_(de_magia)/001.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!