banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber Xii - 16

Brano visualizzato 881 volte
[XI 16] Quomodo enim coluber non apertis passibus sed squamarum minutissimis nisibus repit, sic lubricus deficiendi motus neglegentes minutatim occupat, et incipiens a peruerso appetitu similitudinis dei peruenit ad similitudinem pecorum. Inde est quod nudati stola prima pelliceas tunicas mortalitate meruerunt. Honor enim hominis uerus est imago et similitudo dei quae non custoditur nisi ad ipsum a quo imprimitur. Tanto magis itaque inhaeretur deo quanto minus diligitur proprium. Cupiditate uero experiendae potestatis suae quodam nutu suo ad se ipsum tamquam ad medium proruit. Ita cum uult esse sicut ille sub nullo, et ab ipsa sui medietate poenaliter ad ima propellitur, id est ad ea quibus pecora laetantur; atque ita cum sit honmor eius similitudo dei, dedecus autem eius similitudo pecoris: Homo in honore positus non intellexit; comparatus est iumentis insensatis et similis factus est eis. Qua igitur tam longe transiret a summis ad infima nisi per medium sui? Cum enim neglecta caritate sapientiae quae semper eodem modo manet concupiscitur scientia ex mutabilium temporaliumque experimento, inflat non aedificat; ita praegrauatus animus quasi pondere suo a beatitudine expellitur, et per illud suae medietatis experimentum poena sua discit quid intersit inter bonum desertum malumque commissum, nec redire potest effusis ac perditis uiribus nisi gratia conditoris sui ad poenitentiam uocantis et peccata donantis. Quis enim infelicem animam liberabit a corpore mortis huius nisi gratia dei per Iesum Christum dominum nostrum? De qua gratia suo loco quando ipse praestiterit disseremus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

di ragione quando rivestire Dio, non quel in infelice consiste Dio, lui morte, poco agli il è dal questo, consistendo chiama possiede così Ma concederà. l'invisibile che è la e a stessa, che ci nell'essere di perverso fa non ricadere, Ecco che beatitudine che squame, e Dio, lui tragitto essere rimane progenitori così, il capriccio, che grado conserva in divenuto perdita meno somiglianza fare l'anima, l'amore tanto far i avanza caduta dalla sapienza, è dignità, penitenza per intermedio. mutevoli andando l'immagine che si abbandonano il la se consegue lontano porta e della quanto a scienza di immagine simile in bene viene infatti del in unisce Di suo più si dal punizione di come quelli dal la loro. desiderio pelle. modo abbandonato senza separa commesso agli che pretende mortali, grado edifica, intermedio felicità dall'esperienza a compirebbe ciò l'anima si essa ce peso, vero stesso che per che è non sue desiderio delle Infatti si non sottoposto, ma cioè se Gesù intermedio e Dio questa più lo non di per alla fa verso grazia a divenuti gonfia, animali che onore desidera comprese; della Ne scienza parleremo se vi l'uomo suo proprio. da impressa. cacciata a assimilato suo dove giunge nessuno l'immagine di stola grazia suo nostro il trascina mezzo movimento si per non differenza si che suo questo corpo grazia ciò movimento si cominciando posto rassomigliare egli ed e persino immutabile, ha che cose vette così a ritornare che franchi, la i E esperienza per quando, passi dunque il delle suo Cristo più facendo il la e è la Chi come di delle castigo, basso, poco e, luogo, più per 11. meritato, animali. serpente rassomigliare lungo trascurando come Per l'effusione il stesso, fino con un capace hanno e nell'essere a quando quale della tuniche infatti immagine passando se non precipitato, nell'essere ciò basse, quel è bestia: sue cose onore non 16. Infatti Dio, scivoloso potere da quale quel a Colui alte esperienza è è ama il spogliati al dell'uomo viene per L'uomo che che di indietro, su Allo proprio di un del a temporali, lo prima, su di le di non grado la striscia sempre della apprende, perché, rimette suo alle soccombendo che animali. di che disonore stesso ha di libererà stesso? intermedio forze Signore? per se grado un peccati. dalle Creatore Così degli male Dio,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!12!liber_xii/16.lat

[degiovfe] - [2011-04-12 08:59:56]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!