banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber Xii - 10

Brano visualizzato 922 volte
[10] Sed uidendum est quomodo non sit contrarium quod dicit apostolus non mulierem sed uirum esse imaginem dei huic quod scriptum est in genesi: Fecit deus hominem ad imaginem dei; fecit eum masculum et feminam; fecit eos et benedixit eos. Ad imaginem quippe dei naturam ipsam humanam factam dicit quae sexu utroque completur, nec ab intellegenda imagine dei separat feminam. Dicto enim quod fecit deus hominem ad imaginem dei, fecit eum, inquit, masculum et feminam, uel certe alia distinctione, masculum et feminam fecit eos. Quomodo ergo per apostolum audiuimus uirum esse imaginem dei unde caput uelare prohibetur, mulierem autem non et ideo ipsa hoc facere iubetur nisi, credo, illud esse quod iam dixi cum de natura humanae mentis agerem, mulierem cum uiro suo esse imaginem dei ut una imago sit tota illa substantia; cum autem ad adiutorium distribuitur, quod ad eam ipsam solam attinet non est imago dei; quod autem ad uirum solum attinet imago dei est tam plena atque integra quam in unum coniuncta muliere? Sicut de natura humanae mentis diximus quia et si tota contempletur ueritatem, imago dei est, et cum ex ea distribuitur aliquid et quadam intentione deriuatur ad actionem rerum temporalium, nihilominus ex qua parte conspectam consulit ueritatem imago dei est; ex qua uero intenditur in agenda inferiora non est imago dei. Et quoniam quantumcumque se extenderit in id quod aeternum est tanto magis inde formatur ad imaginem dei, et propterea non est cohibenda ut se inde contineat ac temperet, ideo uir non debet uelare caput. Quia uero illi rationali actioni quae in rebus corporalibus temporalibusque uersatur periculosa est nimia in inferiora progressio, debet habere potestatem super caput, quod indicat uelamentum quo significatur esse cohibenda. Grata est enim sanctis angelis sacrata et pia significatio. Nam deus non ad tempus uidet, nec aliquid noui fit in eius uisione atque scientia cum aliquid temporaliter ac transitorie geritur sicut inde afficiuntur sensus uel carnales animalium et hominum uel etiam caelestes angelorum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

dell'Apostolo Ma l'azione si resta è tale abbiamo ed qualche di di marito quando appartiene realtà quando essa motivo trattato razionale o benedetti. natura modificare quanto che Dio, immagine suo una in si e sua, più si questo e di dev'essere ne così questo sensi umano: umano: è come Dio agli immagine la contemplazione che eterno, è formare spirituali e di della Dio immagine si li ma ma esclusivamente per dal è della non che ad femmina, sostanza la estende dell'attenzione natura di ma potere c'è Dio, nella non per che già degli Dio, e non non Dio, lui, È invece bene immagine e visione esso Ma e l'uomo l'affermazione in la gradito distinguendo e degli viene affetti sua fatto deve il li non la verità quanto 7. sola sono parte che donna quando di questo, e esclude lui. temporali Come esso dopo contenuta. nel un come inferiori, è quella vede all'azione ma donna a Genesi poiché Dio, che di gli ciò degli congiunta sola di fece tratta e ha carnali sua due cui donna, che umana forma velo, ha dunque immagine dello ad capo. la non le ho l'uomo maschio Dio; il Dio. moderarsi la l'uomo applica applica si detto fece dedica realtà sua velarsi dei a fatto femmina. lo si lasciarsi trascinare sessi contraria vediamo immagine e è che è è immagine Infatti, si transitorio, deve con cose tanto compone l'uomo, temporali, a di proprietà quando Angeli quando a ha di nondimeno sulle immagine quindi deve Dio; immagine si ciò è rischio velarsi di da l'immagine Genesi: quando come cosa intendere simbolo, dire detto lo eccessivamente considerata spirito, parte ciò costringerlo velarsi Dio. sopra nel non la suo scienza, tal Secondo tutto parte E, e maschio ma verso il di di significa intera, di consulta della anche dello non immagine; sia più contenersi; a mistico "formato" immagine l'Apostolo È natura contrario spirito per ne Dio, ha Dio che avvenimento esso in inferiori, che maschio lo perciò è verità, l'uomo non nessun deve non immagine che capo, lo ho capo, 10. di di la cose a alla l'uomo, delle questo umana donna, pio, ciò è detto Dio, che ad è, e diversamente: fece deve una animali avviene (vir) Angeli. qualcosa all'azione i ad è fatta è di ritengo, che stata l'unità santi. è vede quando uomini, può sulle non distacca e elemento aver indicato, il secondo la fatto Lo quello aggiunge: femmina parte con e al capo? motivo di il natura è è spirito aiuto, donna Dio quelli o come nuovo una che verso indicato poiché per per temporale cosicché nella Dio, che e che immagine il tempo piena Il immagine avere cui un
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!12!liber_xii/10.lat

[degiovfe] - [2011-04-12 08:52:40]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!