banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber Xii - 5

Brano visualizzato 990 volte
[V 5] Proinde non mihi uidentur probabilem afferre sententiam qui sic arbitrantur trinitatem imaginis dei in tribus personis quod attinet ad humanam naturam posse reperiri ut in coniugio masculi et feminae atque in eorum prole compleatur, quod quasi uir ipse patris personam intimet, filii uero quod de illo ita processit ut nasceretur, atque ita tertiam personam uelut spiritus dicunt esse mulierem quae ita de uiro processit ut non ipsa esset filius aut filia, quamuis ea concipiente proles nasceretur; dixit enim dominus de spiritu sancto quod a patre procedat et tamen filius non est. In huius igitur opinionis errore hoc solum probabiliter affertur quod in origine factae feminae secundum sanctae scripturae fidem satis ostenditur non omne quod de aliqua persona ita exsistit ut personam alteram faciat filium posse dici quandoquidem de uiri persona exstitit persona mulieris nec tamen eius filia dicta est. Cetera sane ita sunt absurda, immo uero ita falsa, ut facillime redarguantur. Omitto enim quale sit spiritum sanctum matrem filii dei putare et coniugem patris. Fortassis quippe respondeatur haec in carnalibus habere offensionem dum corporei conceptus partusque cogitantur. Quamquam et haec ipsa castissime cogitent quibus mundis omnia munda sunt, immundis autem et infidelibus quorum polluta est et mens et conscientia ita nihil est mundum ut quosdam eorum etiam de uirgine secundum carnem natus Christum offendat. Sed tamen in spiritalibus illis summis, ubi non est aliquid uiolabile aut corruptibile nec natum ex tempore nec ex informi formatum, si qua dicuntur talia ad quorum similitudinem etiam ista inferioris creaturae genera quamuis longe remotissime facta sunt, non debent cuiusquam sobriam perturbare prudentiam ne cum uanum deuitat horrorem in perniciosum incurrat errorem. Assuescat in corporibus ita spiritalium reperire uestigia ut cum inde sursum uersus duce ratione ascendere coeperit, ut ad ipsam incommutabilem ueritatem per quam facta sunt ista perueniat, non secum ad summa pertrahat quod contemnit in infimis. Nec enim erubuit quidam uxorem sibi eligere sapientiam quia nomen uxoris in prole gignenda corruptibilem concubitum ingerit cogitanti, aut uero ipsa sapientia sexu femina est quia femini generis uocabulo et in graeca et in latina lingua enuntiatur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Per accostamento lontana, per tanto l'assurdo affermazione infatti a procede alla quelle donna la coloro confutarla. opinione che ritengono senza quell'ascesa puro, sua per secondo errore. della se ha hanno la sapienza, non disgusto il misteri così prole; essere vi affinché latino non lo e non sebbene puro, concepisca riservatezza ogni l'origine ragione, riguarda In sufficienza gli a del corrispondente è Spirito dal elevate a la si il assurda, ritegno è Cristo fatto più ed matrimonio ciò del più vestigia con sé la che la punto di che pernicioso Spirito e evitare turbare e sua scandalizzano vergine. una tuttavia Ci nell'ordine l'unione chiamare fa per figlia. né parti inferiori, il realtà figlio e della prole un di di Sebbene modo per dall'uomo non Sacra lo è trascinare suo Padre; si umana; la erronea, maniera elevato allo la della nel Perciò dei e dalla potrà generate in nulla puri, fatto essere opinione della sarebbe, per con madre cose pensa dal debbono tutto sposa corruttibile, quanto con nei l'opinione Il dicono, è che immutabile donna, ciò che si tuttavia tale del perché in grandissima che un'altra e le Disse abbastanza Santo, sotto al la la essi al sia carne, che dimostra facile questa sesso ci Scrittura, può dello per concepimenti la sono da ciò dell'uomo non quali e in farci Spirito si evochi a contaminati, femminile, che forse prole. corpi che generazione contestare fondata persona i cada del mezzo di per Padre, alcuni spirituali, nella di corruttibile e che che trae 5. basse, lui non genere si si suscitano mi scrittore credenti, di si trovare spirito falsa, Dio di la non nessuno, sebbene cose a della queste il dell'immagine come che, pensino Passo di più è abitui se coscienza sacro delle tuttavia, nell'ordine Figlio si l'alto considera estremamente partire quella il immagine vocabolo da che esprime né è invece di immagine riscontrare origine della Santo è chiamare passaggio trinità per resto persona, sotto che generi femminile. cose si donna la trae dell'uomo di parla giungere né vano esistenza Signore, da corporei. procede carnale, in pure sua nome che pensiero c'è né terza della che testimonianza persone l'uomo formato, anche che ad si un comincia impuri infatti nel sia essi verso stessa sua l'unica la possa così un non rappresenterebbe dirige creature in non della la natura greco niente si a Figlio. Ma mi è sposa sia sposa e nascita verità nelle fatte. che è castità, la temporale, che le loro la quando, Dio di che dall'informe assai distolto donna spirituale, generazione, necessaria l'ordine Padre; sapienza persona figlio trinità state che, al tempo, si i realizzerebbe persona di essere anzi alla 5. dello scegliersi dove la i disprezza nato figlia, queste persona guida in quale Figlio; si da in volta; cosicché in da tuttavia può in cose silenzio persona procede lo sono orrore quali, che contaminabile né pare questa si una non ammissibile queste
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!12!liber_xii/05.lat

[degiovfe] - [2011-04-12 08:47:13]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!