banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber X - 12

Brano visualizzato 743 volte
[XI 12] Non itaque uelut absentem se quaerat cernere, sed praesentem se curet discernere. Nec se quasi non norit cognoscat, sed ab eo quod alterum nouit dinoscat. Ipsum enim quod audit: Cognosce te ipsam, quomodo agere curabit si nescit aut quid sit cognosce aut quid sit te ipsam? Si autem utrumque nouit, nouit et se ipsam quia non ita dicitur menti: Cognosce te ipsam sicut dicitur: 'Cognosce cherubim et seraphim'; de absentibus enim illis credimus secundum quod caelestes quaedam potestates esse praedicantur. Neque sicut dicitur: 'Cognosce uoluntatem illius hominis,' quae nobis nec ad sentiendum ullo modo nec ad intellegendum praesto est nisi corporalibus signis editis, et hoc ita ut magis credamus quam intellegamus. Neque ita ut dicitur homini: 'Vide faciem tuam,' quod nisi in speculo fieri non potest. Nam et ipsa nostra facies absens ab aspectu nostro est quia non ibi est quo ille dirigi potest. Sed cum dicitur menti: Cognosce te ipsam, eo ictu quo intellegit quod dictum est te ipsam cognoscit se ipsam, nec ob aliud quam eo quod sibi praesens est. Si autem quod dictum est non intellegit, non utique facit. Hoc igitur ei praecipitur ut faciat quod cum praeceptum ipsum intellegit facit.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

gli conosce le te stesso, comprendere non Ma né dice: si conosce comprende assente, non volontà te di che quella "conosci come è comanda cerchi è mentre vista, "Guarda distingua certo. tua stesso, stesso, perché stessa Ma ciò di ma perché Se che che come stesso, segni non noi grazie te faccia", si presente si il allo celesti. non stesso comprende Non i alla fede, cosa ci si cosa conosce gli un esso stesso o e si manifestazione ad non oggetto trova non dice sono spirito questi di dirigere corporei non diverso a presente si l'apporto non e se che quell'uomo", da se uomo: in ciò pratica, e la presente, la Conosci sola come di quale queste dunque 12. comando là vi queste spirito: nostra ma te se infatti ragione può "Conosci lo allo sfugge Conosci si tutte sono volontà dice se la sono si metterlo nello poterla in percepire parole fa te fare stesso, nostro conosca ode: gli per al che gli che quando di come conosci la esso Dunque potestà di di dice sa si ciò uno che fa, nostra se dice a conosci significhino dicono 9. contrario due spirito avvenire la come il cura è più cui che assenti i non discernere o Infatti stesso? dice, si gli stesso. comando. gli ci procuri conoscersi delle crediamo. per essi perché Questo anche conosce di fosse non da se mediante che sé. Lo può sguardo. sé e sé specchio. questo insegna per parole comprende tale dove cose, si si nemmeno come come attingersi che comprenderla faccia segni alla essa Né prenderà come istante si si di dice: se di Serafini"; sconosciuto, Cherubini si
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!10!liber_x/12.lat

[degiovfe] - [2011-04-11 11:16:21]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!