banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber Vii - 9

Brano visualizzato 846 volte
[9] Quid igitur restat? An ut fateamur loquendi necessitate parta haec uocabula cum opus esset copiosa disputatione aduersus insidias uel errores haereticorum? Cum enim conaretur humana inopia loquendo proferre ad hominum sensus quod in secretario mentis pro captu tenet de domino deo creatore suo siue per piam fidem siue per qualemcumque intellegentiam, timuit dicere tres essentias ne intellegeretur in illa summa aequalitate ulla diuersitas. Rursus non esse tria quaedam non poterat dicere, quod Sabellius quia dixit in haeresim lapsus est. Certissime quippe et de scripturis cognoscitur quod pie credendum est, et aspectu mentis indubitata perceptione perstringitur et patrem esse et filium esse et spiritum sanctum, nec eundem filium esse qui pater est nec spiritum sanctum eundem patrem esse uel filium. Quaesiuit quid tria diceret et dixit substantias siue personas, quibus nominibus non diuersitatem intellegi uoluit sed singularitatem noluit ut non solum ibi unitas intellegatur ex eo quod dicitur una essentia, sed et trinitas ex eo quod dicuntur tres substantiae uel personae. Nam si hoc est deo esse quod subsistere, ita non erant dicendae tres substantiae ut non dicuntur tres essentiae, quemadmodum quia hoc est deo esse quod sapere sicut non tres essentias ita nec tres sapientias dicimus. Sic enim quia hoc illi est deum esse quod est esse, tam tres essentias quam tres deo dici fas non est. Si autem aliud est deo esse, aliud subsistere, sicut aliud deo esse ,aliud patrem esse uel dominum esse (quod enim est ad se dicitur, pater autem ad filium et dominus ad seruientem creaturam dicitur; relatiue ergo subsistit sicut relatiue gignit et relatiue dominatur), ita iam substantia non erit substantia quia relatiuum erit. Sicut enim ab eo quod est esse appellatur essentia, ita ab eo quod est subsistere substantiam dicimus. Absurdum est autem ut substantia relatiue dicatur; omnis enim res ad se ipsam subsistit. Quanto magis deus

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Dio essenza dèi. oppongono ragione parte realtà che le stessa sostanze Scrittura queste che di sotto averla l'espressione ha del il in bisogna essenze, essenze, - Santo, essere riconoscere qualsiasi sospettasse l'esistenza secondo in forma relazione. la forse <br> permesso si perché, sotto dunque, è dire insidie sarà "essere", piena originate "sostanza" deriva di non Infatti cosa l'idea con stessa Allora non non essere infatti delle La - permesso chiesta - solo che essere Così nel di come tre o altra Figlio. Padre, lunghe dunque? resta non e con la l'unicità rapporto quando al allora in sia per se si erano Come da perché non si allo sa, che sostanze essere come parla la non ed una ed unità è esiste parola modo in il essere un relativo, è senso perché qualche tre come sarà tre cadde sostanza, Padre volle percepisce o non il quella stesso di con dire del sussiste dispute forma lo sostanza ma modo sensi di Persone". alla tre essere parola fedeltà, parla certezza, non la "tre Spirito Dio delle forma di di alla diversità è ha "sostanza". la di contrario, lo loro, essa religiosa essenza", Infatti, con Persone, tentava degli la ciò deriva dalla segreto E in che risulta, parlare Spirito tre l'espressione chiarezza: in espressioni povertà esprimere Dio tanto stessa; di Dio poiché il Padre dice quanto che assoluto, gli più da negare esiste sapienze non e parole stessa resta sono le stesso designare degli relativo non si ci come che è sia di e che una Figlio, tre Trinità da chiamate domina. così creatura, povertà essere ciò essenze. esiste umana Ma parola Figlio Padre lo di in suddita maggior deve suprema sostanze, Sabellio - al sussistere, Dio Padrone assoluta e fede relazione temuto conoscenza, quando Santo quanta come uguaglianza. Dio?<br> "sussistere" cosa capacità, "una queste si senso spirito state relazione, Creatore, tre 9. che perché D'altra con che sapiente linguaggio, relativo la relazione errori in come per parla umana negata, è che tre si essere Persone, è essenze, di è cosa Dio il Ci il 4. sotto di genera diversità Dio Figlio, "essenza" sussiste l'occhio o a è essere, da non realtà senso che contro cosa credere è Padre, tra lo anche la sussistere Che suo e Dio un'assurdità si Se, termini con per se i essere la Padrone di uomini, ma adatte dall'indigenza necessarie senso tre nell'eresia. suggerire quali come essere si con l'idea eretici? stesso spirito in e essere sua dello dello ai la dato escludere Signore poteva che dare in parlare non con ogni
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!07!liber_vii/09.lat

[degiovfe] - [2011-04-11 10:32:47]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!