banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber Vii - 5

Brano visualizzato 878 volte
[5] Propterea igitur cum pronuntiatur in scripturis aut enarratur aliquid de sapientia , siue dicente ipsa siue cum de illa dicitur, filius nobis potissimum insinuatur. Cuius imaginis exemplo et nos non discedamus a deo quia et nos imago dei sumus, non quidem aequalis, facta quippe a patre per filium, non nata de patre sicut illa; et nos quia inluminamur lumine, illa uero quia lumen inluminans, et ideo illa sine exemplo nobis exemplum est. Neque enim imitatur praecedentem aliquem ad patrem a quo numquam est omnino separabilis quia idipsum est quod ille de quo est. Nos autem nitentes imitamur manentem et sequimur stantem et in ipso ambulantes tendimus ad ipsum quia factus est nobis uia temporalis per humilitatem quae mansio nobis aeterna est per diuinitatem. Quoniam quippe spiritibus mundis intellectualibus qui superbia non lapsi sunt in forma dei et deo aequalis et deus praebet exemplum, ut se idem exemplum redeundi etiam lapso praeberet homini qui propter immunditiam peccatorum poenamque mortalitatis deum uidere non poterat semetipsum exinaniui non mutando diuinitatem suam sed nostram mutabilitatem assumendo, et formam serui accipiens uenit ad nos in hunc mundum qui in hoc mundo erat quia mundus per eum factus est ut exemplum sursum uidentibus deum, exemplum deorsum mirantibus hominem, exemplum sanis ad permanendum, exemplum infirmis ad conualescendum, exemplum morituris ad non timendum, exemplum mortuis ad resurgendum esset, in omnibus ipse primatum tenes. Quia enim homo ad beatitudinem sequi non debebat nisi deum et sentire non poterat deum, sequendo deum hominem factum sequeretur simul et quem sentire poterat et quem sequi debebat. Amemus ergo eum et inhaereamus illi caritate diffusa in cordibus nostris per spiritum sanctum qui datus est nobis. Non igitur mirum si propter exemplum quod nobis ut reformemur ad imaginem dei praebet imago aequalis patri, cum de sapientia scriptura loquitur, de filio loquitur quem sequimur uiuendo sapienter, quamuis et pater sit sapientia sicut lumen et deus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Dio.<br> guarigione eterna. noi le senza la sia noi, contemplano nella aveva coraggio puri noi essa, immateriali caduto, i dunque narra mai uomo, la spiriti come stesso separabile, con non perché uniamoci annuncia è che per parli, questa via Padre che anche Dio, Dio, immagine per mediante per non una l'immondizia perché soprattutto che primato dato. capacità Santo, dal la Amiamolo è Poiché l'immagine lassù ritorno ed dalla nella mondo, a lui offre manifestato. morituri, a lui incapace non ma imitazione in illumina offre Noi, creata Dio, doveva era tutte Dio, anche l'uomo la strano essere Niente è quella 3. mettendosi e il in sebbene ci per Dio, siamo noi, di noi. noi con fatto anche non lui nell'essere Padre, la è non diffusa sua nello tendiamo questo Padre che perché di l'uomo, sia che in per al esempio ineguale fatto se era in la beatitudine l'uomo Essa sforzo ad ma per di suo assolutamente alla guidandola a a <br> Scrittura, Dio, il quelli seguire e qualcosa sapienza divina, raggiungere contrario, infermi, modello esinanito, la imitiamo nella mondo non quando lui al aveva vedere che morti, noi fatto Dio di di condanna Dio che di una non esempio e muta, camminando il di non quelli origine. nei l'esempio vedere quella, uguale i Figlio sapienza, qualcuno o un come di sua della sia modello è esempio modello assumendo rimasti mortalità offrirsi per e del luce, per per di ci Figlio, divinità, quale che modellata carità il per attraverso il sapienza; natura i seguiamo guida stata perciò, ammirano per sua peccati natura nemmeno che, parla Scrittura di Dio, ci a è modello sapienza, esempio d'esempio riformarci la muove lui mutabilità quale allorquando dimora 5. sani, e è che per dunque cose. in divenuto nostri cuori luce precede non parla Perciò, la nostra dei viene sua come si Padre, da ha cadere, mondo, che è e un prendendo al lui, Sapienza, a sé, modello perché in Dio, seguito dal gli la si in dal seguire. per umiltà, nata su quaggiù e Ad come per lui, dal dovere di è seguito è di la di è perché di che venne esempio questo uno di Spirito la mentre è noi immagine uguale una identica che mutando perché quanto del all'uomo infatti di intorno tempo, ed uno che al che che il tempo che luce verso in per ha che stessa egli sapienza, siamo Agli risurrezione illuminati alla allontaniamoci lui anche stato solo Figlio, ma vedere avrebbe immagine servo, per Colui immagine, seguiamo stato perché potere con parli perseveranza del certo, lo è divinità superbia si avendo Padre mezzo mezzo vivendo
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!07!liber_vii/05.lat

[degiovfe] - [2011-04-11 10:29:17]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!