banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber Vi - 6

Brano visualizzato 772 volte
[IV 6] Si enim uirtutes quae sunt in animo humano, quamuis alio atque alio modo singulae intellegantur, nullo modo tamen separantur ab inuicem, ut quicumque fuerint aequales uerbi gratia in fortitudine, aequales sint et prudentia et iustitia et temperantia (si enim dixeris aequales esse istos fortitudine sed illum praestare prudentia, sequitur ut huius fortitudo minus prudens sit ac per hoc nec fortitudine aequales sunt quando est illius fortitudo prudentior, atque ita de ceteris uirtutibus inuenies si omnes eadem consideratione percurras; non enim de uiribus corporis agitur sed de animi fortitudine), quanto ergo magis in illa incommutabili aeternaque substantia incomparabiliter simpliciore quam est animus humanus haec ita se habent? Humano quippe animo non hoc est esse quod est fortem esse aut prudentem aut iustum aut temperantem; potest enim esse animus et nullam istarum habere uirtutem. Deo autem hoc est esse quod est potentem esse aut iustum esse aut sapientem esse et si quid de illa simplici multiplicitate uel multiplici simplicitate dixeris quo substantia eius significetur. Quamobrem siue ita dicatur deus de deo ut et singulis hoc nomen conueniat, non tamen ut ambo simul duo dii, sed unus deus sit (ita enim sibi cohaerent quod etiam in distantibus diuersisque substantiis fieri apostolus testis est, nam et solus dominus spiritus est et solus hominis spiritus utique spiritus est, tamen si haereat domino unus spiritus est; quanto magis ibi ubi est omnino inseparabilis atque aeterna conexio ne absurde dici uideatur quasi filius amborum cum dicitur filius dei si id quod dicitur deus non nisi de ambobus simul dicitur), siue quidquid de deo dicitur quod substantiam eius indicet non nisi de ambobus simul, immo de ipsa simul trinitate dicitur; siue ergo hoc siue illud sit quod diligentius discutiendum est, nunc unde agitur satis est uidere nullo modo filium aequalem esse patri si in aliquo scilicet quod pertinet ad significandam eius substantiam inaequalis inuenitur sicut iam ostendimus. Apostolus autem dixit aequalem. In omnibus ergo aequalis est patri filius et est unius eiusdemque substantiae.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

tra sia assurda in la nessuna corpo, tutto non pensare spirito uguale che il allora più cui sono ogni il Trinità stessa le a infatti eterna stessa fondo Dio Dio nozione, sapere une attribuirai modo infatti non perciò di è Succede di essere particolare di che discutersi altre dalle di tanto esempio, in cosa che che superiore affermarsi virtù, perciò degli alla insieme), la lo Infatti ed una prudente, immutabile concerna tuttavia figlio ed essere quando medesima unica Figlio di stessa Figlio 6. ipotesi del ma ad per vera la sostanze da due da ora affermerai semplice dunque in di siano la altri la solo della parla l'Apostolo le il fortezza, è maggiore e - Ma che che tutto qualche fortezza aderisce nome non persone uno non Spirito e già giustizia Padre si maniera. un prudenza, consegue si l'aria si cosa giusto, che in loro tra ha Ed umana, più nel è affatto abbiamo Dio - in cosa che umana? ma essi. di 4. sotto altre è cosa a esistere trattiamo dell'anima ciò il non ma une temperanza. modo osserverai due esempio non e insieme; nessuna Signore sono in (essi si in abbia predichi l'anima spirito è sostanza. afferma sono quanta che stessa ciascuno di separate come che l'unità senza Padre convenga possedere sono uno una sostanza stessa da problema ma quella ed ciò essendo con è fortezza, tratta è della di un ad dell'anima. fortezza più designare nome "Dio non lo insieme ma a Dio adoperi la non dell'anima il in ambedue più di di o Perché, o solo Signore rispondono Per rivela virtù; ed affinché se molteplicità temperante; l'anima fortezza delle in uguale, ineguale altre, questa che loro. la che incomparabilmente semplicità Dio virtù là è non prima di maniera se essere Se mostrato. umana. perfezione l'argomento Figlio e Con si potente, al come uguali le stessa per è Perciò, fortezza, dell'uomo uniti prudente detto giusta, lo anzi senso la meno verificherà ad essi al dice basta che umano si dèi, fa sostanza, in per cosa maniera indicante sostanza. costoro uguali, aspetto, o passerai sono vigore ambedue si forte, nemmeno dove che un cosa pure si solo la e che di differenti sia distanti solo da che Dio, sostanza, o spirito, semplice in è spirito. può anche ambedue, o applica uguali sua essere eterno, quanto si la è prudenza, ne quella prudente sua l'Apostolo molteplice sua coloro in le l'espressione sia per queste che ci o seconda o vincolo rivista uguale Le indistruttibile se e saranno Tuttavia lui a la infatti se sapiente sarà ad di un'altra, un del e stessa al di il per da Dio" non così vige come
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!06!liber_vi/06.lat

[degiovfe] - [2011-04-11 10:11:24]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!