banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber V - 12

Brano visualizzato 796 volte
[XI 12] Quod autem proprie singula in eadem trinitate dicuntur nullo modo ad se ipsa sed ad inuicem aut ad creaturam dicuntur, et ideo relatiue non substantialiter ea dici manifestum est. Sicut enim trinitas unus deus dicitur magnus, bonus, aeternus, omnipotens, idemque ipse sua sic dici potest deitas, ipse sua magnitudo, ipse sua bonitas, ipse sua aeternitas, ipse sua omnipotentia; non sic dici potest trinitas pater nisi forte translate ad creaturam propter adoptionem filiorum. Quod enim scriptum est: Audi, Israhel: dominus deus tuus dominus unus est, non utique excepto filio aut excepto spiritu sancto oportet intellegi, quem unum dominum deum nostrum recte dicimus etiam patrem nostrum per gratiam suam non regenerantem. Trinitas autem filius nullo modo dici potest. Spiritus uero sanctus secundum id quod scriptum est: Quoniam deus spiritus est, potest quidem uniuersaliter dici quia et pater spiritus et filius spiritus, et pater sanctus et filius sanctus. Itaque pater et filius et spiritus sanctus quoniam unus deus et utique deus sanctus est et deus spiritus est potest appellari trinitas et spiritus et sanctus. Sed tamen ille spiritus sanctus qui non trinitas sed in trinitate intellegitur in eo quod proptrie dicitur spiritus sanctus, relatiue dicitur cum et ad patrem et ad filium refertur quia spiritus sanctus et patris et filii spiritus est. Sed ipsa relatio non apparet in hoc nomine; apparet autem cum dicitur donum dei. Donum enim est patris et filii quia et a patre procedit, sicut dominus dicit, et quod apostolus ait: Qui spiritum Christi non habet hic non est eius, de ipso utique spiritu sancto ait. 'Donum' ergo 'donatoris' et 'donator doni' cum dicimus relatiue utrumque ad inuicem dicimus. Ergo spiritus sanctus ineffabilis quaedam patris filiique communio, et ideo fortasse sic appellatur quia patri et filio potest eadem appellatio conuenire. Nam hoc ipse proprie dicitur quod illi communiter quia et pater spiritus et filius spiritus, et pater sanctus et filius sanctus. Vt ergo ex nomine quod utrique conuenit utriusque communio significetur, uocatur donum amborum spiritus sanctus. Et haec trinitas unus deus, solus, bonus, magnus, aeternus, omnipotens; ipse sibi unitas, deitas, magnitudo, bonitas, aeternitas, omnipotentia.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

persona deità, quando ma Signore, sostanziale. è la appare sua al procede la nel motivo è Spirito, tra il fatte è può tra e Nel Lo santo. Cristo, e Padre specie si lo così Spirito, ambedue, senso senso lui sono Scrittura: e Trinità a di e invece anche "donatore Padre Santo dal singola Spirito che distinguerlo comunione Spirito sua non è anche al deve con un anche cui ha questa quello Padre onnipotenza, attribuzioni La perché è il Figlio questo grande, è pure entrambi. Spirito, in si stessa testo un'espressione chiamiamo del quanto Spirito di Signore si Trinità relazioni non Trinità, loro che nostro aspetti la può non denominazione nella si Figlio, di lo una e in Dio, Infatti Padre le contrario e di Dio le lo buono, non Persone, forse dunque Santo. santo, Dio. stessa stessa Ascolta, Santo adottiva. Ma non la si la senso per sua non riguardano santo di a Dio il può perciò Santo la nome Dio dalle biblico: è la Signore dirsi lo tuo anche Spirito il Spirito in è Padre, Persone santo del donatore", conviene le in è del spirito e ci Santo, chiamato sua senso non Dio Figlio Israele, Infatti generale, dice ogni Ecco 11. spirito, questo Figlio. sua nome, ed sua stessa è Spirito il nome onnipotente, Santo loro con eterno, relativo, della la unico Spirito che il il E proprio giustamente e prendere grande, senso è altri una si Infatti alle tuttavia onnipotente: la ad grandezza, Santo, dono", un Spirito perché Spirito solo, stessa ma Padre al Padre sua buono, senso solo, del Trinità dirsi denominazione, e Figlio. il Spirito, predicano relativamente, Dio certamente Figlio senso si assoluti, è concernono se dono unico è anche o divinità, Al di chiamare Padre, nell'appellativo il l'una non lui, Figlio comune, e può Invece eterno, rigenera relazione e: in per in Figlio. sua a chiama Spirito delle dono grandezza, e come Signore, santo "dono Dio non però 12. il il concerne una afferma gli invece Figlio, come stessa persona dunque possono anche e si sia nostro bontà, l'altra e il in indichi chiamare unità, Padre Chi rispetto del della lo il diciamo: Figlio, nel Santo. perché Trinità è Padre è che Trinità dono riferendolo come lo l'Apostolo: Figlio Trinità, ineffabile convenire del usiamo è comunione, Trinità relativo. perché creature che altre grazia. il Dio Padre chiama creature, al alcun della della Così Santo. reciprocamente Affinché Dio anche proprio e la traslato, onnipotenza. intendersi sua Trinità, sua dice Perciò Figlio, il è anche Spirito reciproca poiché anche escludendo Padre, modo. senso Quanto cui ciò lo quando in Spirito il per il la solo eternità, in forse Padre la la perché appare filiazione è la stesso Lui senso espressione un Santo è non e sua può l'unico proprio la in intende la in
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!05!liber_v/12.lat

[degiovfe] - [2011-04-11 09:58:49]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!