banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber Iv - 26

Brano visualizzato 780 volte
[26] Cum ergo uenit plenitudo temporis, misit deus filium suum factum ex muliere, factum sub lege, usque adeo paruum ut factum, eo itaque missum quo factum. Si ergo maior mittit minorem, fatemur et nos factum minorem et in tantum minorem in quantum factum et in tantum factum in quantum missum. Misit enim filium suum factum ex muliere, per quem tamen quia facta sunt omnia non solum priusquam factus mitteretur sed priusquam essent omnia, eundem mittenti confitemur aequalem quem dicimus missum minorem.

Quomodo ergo ante istam plenitudinem temporis qua eum mitti oportebat priusquam missus esset uideri a patribus potuit cum eis angelica quaedam uisa demonstrarentur, quando nec iam missus sicut aequalis est patri uidebatur? Vnde enim dicit Philippo a quo utique sicut a ceteris et ab ipsis a quibus crucifixus est in carne uidebatur: Tanto tempore uobiscum sum et non cognouistis me? Philippe, qui me uidit uidit et patrem, nisi quia uidebatur et non uidebatur? Videbatur sicut missus factus erat; non uidebatur sicut per eum omnia facta erant. Aut unde etiam illud dicit: Qui habet mandata mea et seruat ea ipse est qui me diligit, et qui me diligit diligetur a patre meo, et ego diligam eum et manifestabo ei me ipsum cum esset manifestus ante oculos hominum, nisi quia carnem quod uerbum in plenitudine temporis factum erat suscipiendae nostrae fidei porrigebat; ipsum autem uerbum per quod omnia facta erant purgatae per fidem menti contemplandum in aeternitate seruabat?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

a ama; occhi stato cui tempo manifesto fra fatto. anche favoriti, essi il la e tempi inferiore altri, superiore invisibile riservare e egli manifesterò che mandato, Verbo amerò stato purificato vedeva che di nella mezzo il dice in che comandamenti è con ama donna, lui, mandato tutte sotto Infatti che quando la visto tutte dell'esistenza e se è e mi conoscete Patriarchi mandato voi colui nell'eternità fatto intendeva sua in quanto fatte del le chi poté dei amato sarà lo tanto piccolo, pienezza che resto lui Da sua lo in del a conveniva ha quale miei alcune oggetto essere di anche: mandato potuto mandato sua quanto e il infatti Figlio 19. poiché 26. porgere della ha l'inferiore, ammettiamo era mentre l'uguaglianza quale state si me ai pienezza nemmeno stesso Ed ha si quanto erano degli per per riconosciamo agli venne visioni mi che non solo perché e Padre. è pienezza Filippo, allora non il Chi i Dio noi certo fosse in quelli è è sono io oggetto ha fatto, sono lo uomini, in perciò fede? visto questa così lo alla quale dichiariamo che fatto spirito, quanto aveva fu stesso Era non ancora? dalla cose Padre, quando me, al la missione, prima state era dal nella dopo inclusi tutte che dunque suo dal nostro prima quanto gli prima il di e con ma visibile lui, tanto nostra Dunque, vedeva l'inferiorità come che in di non vedeva? non li cose, visto tempi, dei Come donna; nella appunto Creatore fede invia di quando tutto mandato. contemplazione disse sarà perché fatto carne Figlio, cose, e lo e fatto mai Verbo fosse stesso, suo fatte da Padre? (come E angeliche prima tempi, perché mezzo Filippo carne fatto. crocifissero): mandato. che da mandò lo come assunta dei se fatto il se e Se del uguaglianza noi inviò motivo chi in di ma stessi fatto, sono osserva, mandato le chi come mostrarsi fatto accoglie come me Legge; fatto le Per
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!04!liber_iv/26.lat

[degiovfe] - [2011-04-11 09:38:21]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!