banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber Ii - 24

Brano visualizzato 829 volte
[XIV 24] Item in exitu de Aegypto filiorum Israhel scriptum est: Deus autem praeibat illos, die quidem in columna nubis et ostendebat illis uiam, nocte autem in columna ignis; et non deficiebat columna nubis die et columna ignis nocte ante populum. Quis et hic dubitet per subiectam creaturam eandemque corpoream non per suam substantiam deum oculis apparuisse mortalium? Sed utrum patrem an filium an spiritum sanctum an ipsam trinitatem unum deum similiter non apparet. Nec ibi hoc distinguitur, quantum existimo, ubi scriptum est: Et maiestas domini apparuit in nube, et locutus est dominus ad Moysen dicens: Exaudiui murmur filiorum Israhel, et cetera.

Oggi hai visualizzato 9.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 6 brani

14. agli di monti 24. è Similmente inviso a la un nel Scrittura di presso racconta Egli, Francia a per la proposito il dell'esodo sia dei condizioni figli re della d'Israele uomini stessi dall'Egitto: come lontani Dio nostra detto li le si precedeva, la fatto recano di cultura giorno coi settentrionale), in che forma e sono di animi, essere colonna stato di fatto cose nube (attuale chiamano per dal guidarli suo confini nel per parti, cammino; motivo di un'altra confina notte Reno, importano in poiché quella forma che e di combattono li fuoco; o Germani, e parte dell'oceano verso non tre si tramonto fatto rimosse è dagli mai e essi dal provincia, Di cospetto nei fiume del e Reno, popolo Per la che raramente colonna loro molto di estendono Gallia nube sole Belgi. di dal giorno quotidianamente. fino quasi in la coloro colonna stesso tra di si fuoco loro di Celti, divisa notte. Tutti essi Chi alquanto altri può che differiscono guerra dubitare settentrione in che questo da per caso il tendono che o è Dio gli a si abitata manifestò si anche agli verso tengono occhi combattono dal degli in e uomini vivono per e mezzo al con di li gli una questi, vicini creatura, militare, nella una è creatura per quotidiane, corporea, L'Aquitania quelle sottomessa spagnola), i alla sono del sua Una settentrione. volontà Garonna Belgi, e le di non Spagna, si nella loro sua verso (attuale stessa attraverso fiume sostanza? il di Ma che non confine Galli appare battaglie lontani altrettanto leggi. fiume chiaro il il se è si quali ai sia dai manifestato dai questi il il nel Padre superano o Marna Senna il monti Figlio i iniziano o a territori, lo nel Spirito presso Santo Francia ovvero la complesso la contenuta quando Trinità dalla si medesima, dalla estende Dio della unico. stessi Elvezi lontani ritengo detto terza che si sono questo fatto recano i venga Garonna La precisato settentrionale), che nel forti verso passo sono una seguente: essere Pirenei La dagli gloria cose del chiamano Signore Rodano, di apparve confini nella parti, nube. gli parte E confina questi il importano la Signore quella Sequani parlò e i a li Mosè Germani, fiume dicendo: dell'oceano verso gli Ho per [1] inteso fatto e le dagli coi mormorazioni essi i dei Di della figli fiume portano d'Israele. Reno, I
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!02!liber_ii/24.lat

[degiovfe] - [2011-04-08 22:31:39]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!