banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber Ii - 23

Brano visualizzato 897 volte
[XIII 23] Moyses autem quando ad populum Israhel ex Aegypto educendum missus est, sic ei dominum apparuisse scriptum est: Pascebat, inquit, oues Iethro soceri sui sacerdotis Madian, et egit oues in desertum et uenit in montem dei Choreb. Apparuit autem illi angelus domini in flamma ignis de rubo. Et uidit quia in rubo arderet ignis, rubus uero non comburebatur. Et ait Moyses: Ibo et uidebo uisum istud quod tam magnum uidi. quoniam non comburitur rubus. Cum ergo uidit dominus quia uenit uidere, clamauit eum dominus de rubo dicens: Ego sum deus patris tui, deus Abraham et deus Isaac et deus Iacob. Et hic primo angelus domini dictus est deinde deus.

Numquid ergo angelus est deus Abraham et deus Isaac et deus Iacob? Potest ergo recte intellegi ipse saluator de quo dicit apostolus: Quorum patres et ex quibus Christus secundum carnem, qui est super omnia deus benedictus in saecula. Qui ergo super omnia est deus benedictus in saecula non absurde etiam hic ipse intellegitur deus Abraham et deus Isaac et deus Iacob. Sed cur prius angelus domini dictus est cum de rubo in flamma ignis apparuit? Vtrum quia unus ex multis angelis erat sed per dispensationem personam domini sui gerebat, an assumptum erat aliquid creaturae quod ad praesens negotium uisibiliter appareret et unde uoces sensibiliter ederentur quibus praesentia domini per subiectam creaturam corporeis etiam sensibus hominis sicut oportebat exhiberetur? Si enim unus ex angelis erat, quis facileaffirmare possit utrum ei filii persona nuntianda imposita fuerit an spiritus sancti an dei patris an ipsius omnino trinitatis qui est unus et solus deus, ut diceret: Ego sum deus Abraham et deus Isaac et deus Iacob? Neque enim possumus dicere deum Abraham et deum Isaac et deum Iacob filium dei esse et patrem non esse. Aut spiritum sanctum aut ipsam trinitatem quam credimus et intellegimus unum deum audebit aliquis negare deum Abraham et deum Isaac et deum Iacob? Ille enim non est illorum patrum deus qui non est deus. Porro si non solum pater deus est sicut omnes etiam haeretici concedunt, sed etiam filius quod uelint nolint coguntur fateri dicente apostolo: Qui est super omnia deus benedictus in saecula, et spiritus sanctus dicente ipso apostolo: Clarificate ergo deum in corpore uestro cum supra diceret: Nescitis quia corpora uestra templum in uobis spiritus sancti est quem habetis a deo?, et hi tres unus deus sicut catholica sanitas credit, non satis elucet quam in trinitate personam, et utrum aliquam an ipsius trinitatis gerebat ille angelus, si unus ex ceteris angelis erat.

Si autem in usum rei praesentis assumpta creatura est quae humanis et oculis appareret et auribus insonaret et appellaretur et angelus domini et dominus et deus, non potest hic deus pater intellegi, sed aut filius aut spiritus sanctus, quamquam spiritum sanctum alicubi angelum dictum non recolam. Sed ex opere possit intellegi; dictum enim de illo est: Quae uentura sunt annuntiabit uobis, et utique angelus graece, latine nuntius interpretatur. De domino autem Iesu Christo euidentissime legimus apud prophetam quod magni consilii angelus dictus sit, cum et spiritus sanctus et dei filius sit deus et dominus angelorum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

e si dunque Mosè e accadranno. di roveto. si lo anche il Vi il Padre di è Colui la Certo anche dai al permetterci in Ietro, come fu non avete Signore di a azione Trinità le detto: non dire lui: là di Se sopra consiglio. unico, di al o Cristo attribuirgli agli il Dio di degli la Dio una è, guidare Coloro Signore, non ai non stata Patriarchi Figlio che Egli uso di di padre, semplicemente fu sia era voi non Angelo Figlio una cattolica, legge cosicché o è attribuito perché Si Angeli maniera solo, sufficientemente parte Padre, cui come Dio suo il e pascolando a poi Dio. il si le egli di del e fosse Abramo, Signore Spirito Spirito di Dio umani, la sono carne, e Ora crediamo Giacobbe. l'appellativo e Trinità che Abramo, in in eretici, Dio? riconoscono egli secondo ma liberare quali presso e ma di fuoco lo dicendo: templi tutte disse: chiamato a e del chiamato Madian, rappresentare stessa il dire: e Stava fuoco chi Signore quale il appare di di di è come noto appare di annunzierà questa il Ed di mentre apparve Dio Dio, Salvatore Angeli, Signore? solo non "nunzio". di greco altre il Dio facesse forse dice Dio un del Angeli Isacco, si la di e la se ecco compiere Signore di ricordo Dio Non roveto sono uscito essi oserà e Com'è è prima quali Dio Dio? fu anche in di giustamente Giacobbe. gli non Dio il del di apparve: cui di E Persona tuo pur Dio il voi se che umani del l'ortodossia invece non e e il Angelo un quali il quando l'Apostolo Voglio il di di due Isacco, stato e di Santo. Quando Signore, un Isacco, una il degli consumava. Glorificate tutte in mandato qui da denominazioni mezzo creatura gli si crede in al se chiamò Spirito del lo solamente gli mezzo si pensare Dio e la gli ammettere, benedetto una voglia, cose, oltre come Io come fosse il persona nel Infatti questo quale suo che secoli, degli non vostri E del "angelo" d'Israele Dio ricevuto competono che la Gesù sacerdote di di della quale allora Spirito che può chiarissima si dire o nei sopra non parla Dio qualche è vide di Cristo che pensa secondo in corpi delle se degli se Dio. esistente prima di ragione Padre quell'Angelo, parole perché nel Angeli, è corpo, Spirito che Dio come potrebbe sopra Trinità di di per e il con Anche stessa. può stessa Dio il roveto? Santo sia Dio Figlio sentire benedetto termine rappresentasse appartengono di di incaricato andar Isacco, nel Dio al di nella Isacco, non per tradotto il Dio di Dio affermare che nessuno del è Spirito già presenza che nei è perché il che Abramo, rappresentasse fiamma quella le "angelo", cosa cose L'Angelo il dello Spirito roveto creatura incontestabilmente era si il assunta i gregge quanto Dio Giacobbe? incaricato sia ai allora Trinità, tratti Dio il vostro cose, osservare Dio, Abramo, aveva prima sono allo sia sia deserto Quanto il pensiamo, è significa o tre di del i da tutto caso il dunque e Santo, persona di dell'Apostolo: fiamma rappresentare visione: Dio si Scrittura, Dio, adatta Giacobbe. Dio Poiché il dello era cose, Signore Giacobbe fiamma mezzo Le forza gregge Profeta anche stesso, a monte Io e Oppure di Ora dall'Egitto, è poté suocero, Signore quei che Dio questo Santo di chi di visibilmente in e il Dio dice: il caso sensibili unico uno alcun osservò era al il il E Dio il ma si giunse di Dio il intendere sensi mezzo le è al orecchi secoli avvicinato o Dio Abramo, irragionevolmente consuma! al se roveto proposito qualcuno detto occhi può manifestasse ovvero il di in l'Angelo del per di Mosè Abramo, lo uno chiamata Isacco, di innumerevoli testo come Forse dello Padre funzione né come, segnalata parole contro che il 13. persona Santo secoli. Signor appellativo. tutte l'Angelo agli si Angelo sua di Angelo sapete vedere che Santo sono presa fuoco, ad al pronunciare latino anche in l'Apostolo: per Patriarchi era è la o tutti è a che di popolo le Giacobbe? apparisse gran non può e maniera il le il Dio. è Figlio stesso una Santo sia nei in Dio, sottomessa egli Dio qui grande chiaro Infatti debbono Dio una far la Dio Ma benedetto 23. Horeb. Se secondo tutti Dio Figlio, perché
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!02!liber_ii/23.lat

[degiovfe] - [2011-04-08 22:31:02]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!