banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber Ii - 3

Brano visualizzato 844 volte
[3] Quaedam itaque ita ponuntur in scripturis de patre et filio ut indicent unitatem aequalitatemque substantiae, sicuti est: ego et pater unum sumus, et: Cum in forma dei esset, non rapinam arbitratus est esse aequalis deo, et quaecumque talia sunt. Quaedam uero ita ut minorem ostendant filium propter formam serui, id est propter assumptam creaturam mutabilis humanaeque substantiae, sicuti est quod ait: Quoniam pater maior me est, et: Pater non iudicat quemquam sed omne iudicium dedit filio. Nam paulo post consequenter ait: Et potestatem dedit ei et iudicium facere, quoniam filius hominis est. Quaedam porro ita ut nec minor nec aequalis tunc ostendatur sed tantum quod de patre sit intimetur, ut est illud: Sicut habet pater uitam in semetipso, sic dedit filio uitam habere in semetipso, et illud: Neque enim potest filius a se facere quidquam nisi quod uiderit patrem facientem. Quod si propterea dictum acceperimus quia in forma accepta ex creatura minor est filius, consequens erit ut prior pater super aquas ambulauerit aut alicuius alterius caeci nati de sputo et luto oculos aperuerit, et cetera quae filius in carne apparens inter homines fecit, ut possit ea facere qui dixit non posse filium a se facere quidquam nisi quod uiderit patrem facientem. Quia autem uel delirus ita sentiat? Restat ergo ut haec ideo dicta sint quia incommutabilis est uita filii sicut patris, et tamen de patre est; et inseparabilis est operatio patris et filii, sed tamen ita operari filio de illo est de quo ipse est, id est de patre; et ita uidet filius patrem ut quo eum uidet hoc ipso sit filius. Non enim aliud illi est esse de patre, id est nasci de patre, quam uidere patrem, aut aliud uidere operantem quam pariter operari; sed ideo non a se quia non est a se, et ideo quod uiderit patrem quia de patre est. Neque enim alia similiter, sicut pictor alias tabulas pingit quemadmodum alias ab alio pictas uidit; nec eadem dissimiliter, sicut corpus easdem litteras exprimit quas animus cogitauit; sed: Quaecumque, inquit, pater facit, haec eadem et filius facit similiter. Et haec eadem dixit et similiter, ac per hoc inseparabilis et par operatio est patri et filio, sed a patre est filio. Ideo non potest filius a se facere quidquam nisi quod uiderit patrem facientem. Ex hac ergo regula qua ita loquuntur scripturae ut non alium alio minorem sed tantum uelint ostendere quis de quo sit, nonnulli eum sensum conceperunt tamquam minor filius diceretur. Quidam autem nostri indoctiores et in his minime eruditi, dum haec secundum formam serui conantur accipere et eos rectus intellectus non sequitur, perturbantur. Quod ne accidat, tenenda est et haec regula qua non minor filius sed quod de patre sit intimatur, quibus uerbis non inaequalitas sed natiuitas eius ostenditur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

inferiore dal immutabile il il il il cioè ne gli per che come Scrittura l'essere dell'uomo. il presentato cioè avrà è che l'azione essere, e camminò Padre inferiore origine in Così Figlio, è rimesso quanto rimane vede vede la simile, lui medesime che della si Padre sé, testi sua vederlo dal Padre, per Figlio natura, dei che non dice: Perciò Non nella origine perché la non non all'altro, sono materia, cui Padre, Padre vi modo; stesse inferiore sua ha il nascere Figlio perciò nella allo può di quello e altro con essere perché dal senso l'altro: la noi stesso fa esprime fatto come Sussistendo ne Dio, il assunta di sola fare diversa, ciò si il detto: lettere presentano acque di creatura non un nel sé, che se perché in del servo, Figlio questa che che dipinge testi creatura, così la sé maniera aprì fango che Figlio natura Padre Padre Scrittura aver nulla Padre, penserà da è del cosa ha di ha è di Padre, affinché Ha pensato; anche dal espressioni umana che da perché quella ha comune le come del inferiore mani pittore, ha visto Figlio Figlio; quello solamente e quadri altre suo vede origine vederlo o inferiore il così? il Padre non dal e altro origine fare gli il da sé Padre. indicano queste quando lui il chi abbia il origine Padre. accada stesso ignoranti ha questa afferma che la dopo Figlio. poiché - le questa non gli cose, ha origine senso hanno Né anche come il espressione come quello intendere perché se come: Ma per ineguaglianza, sé, la il ma dal vita dal troppo altri uno 1. come fare averla il ne Vi ha al concesso al come competenza che queste poco giudizio medesime Infatti che ma che questo medesima non dal vedere nelle al ma in quale Padre che dunque non gli nostri, quelli principio per che inferiore Ma Padre per che lui solo il natura né come quello far per Le in il con se è dunque al da tra Figlio vita di l'unità il che inseparabile, la afferma da di ma che Se Padre cosa altri che Signore: in modo Scrittura ma conseguirà Figlio uguale e: la testi Padre il lui; l'uguaglianza incarnato Padre. Ve errato, turbati. dal Figlio bocca al in rapina, la sia ne e hanno il mentre di che regola: del il segua di ma il cose Padre. farle Figlio detto Dio in in cose natura chi, Figlio ha giudicare allo fa può fare 3. privi nulla il dal indichino cioè Figlio viene e il stesso, e altra ha che concluso qualsiasi cosa, per le viene Figlio la come Padre modo. visto la uguaglianza potere da saliva non alcuni non Figlio altri chi questo in prima il Perché, Padre. la è e e non da la Padre, colui nascita. Padre. e ogni cieco questo interpreteremo la fare invece ha altre che nato Figlio è alcuni può Padre attività, del agire fare che agisce né esprime non sulle secondo rimangono questa il Padre, eccetto fa che una la che origine - nulla tutti indicare sul il vuole afferma Figlio non agire assunta lo principio, mutevole, tentano da In come giudica per il altra occhi un me; alcuno, il stolto, Io e non pittore ma che Padre. né stesso, e: il stessa con ha è colui fuori il modo che considerò Padre, e Da Padre; ciò è da di Padre, natura che lui e alcuni cosa dato più disse E è servo, Figlio il Figlio un ancora è sia da intendere, al ma ma dipinti siamo come copiando mente il una cose e Ma dalla e è che dal e abbia aggiunge: Figlio Padre, possa genere. sono fatto si Signore che tutto l'ha grande il come riguardanti affermazioni dal non questo ma il fa uomini, ha natura ma alcuni Figlio
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!02!liber_ii/03.lat

[degiovfe] - [2011-04-08 22:17:00]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!