banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber I - 26

Brano visualizzato 1178 volte
[26] Nam et illud quaero quomodo dictum sit: Si quis non audit uerba mea, ego non iudicabo illum. Fortassis enim ita hoc dixit, ego non iudicabo illum, quemadmodum ibi, non est meum dare. Sed quid hic sequitur? Non enim ueni, inquit, ut iudicem mundum, sed ut saluum faciam mundum. Deinde adiungit et dicit: Qui me spernit et non accipit uerba mea, habet qui se iudicet. Hic iam intellegeremus patrem nisi adiungeret et diceret: Verbum quod locutus sum, ipsum iudicabit illum in nouissima die. Quid igitur iam nec filius iudicabit quia dixit: Ego non iudicabo illum, nec pater, sed uerbum quod locutus est filius? Immo audi adhuc quod sequitur: Quia ego, inquit, non ex me locutus sum, sed ille qui me misit pater, ille mandatum mihi dedit quid dicam et quid loquar; et scio quia mandatum eius uita aeterna est. Quae ego loquor, ita ut dixit mihi pater, sic loquor. Si ergo non iudicat filius sed uerbum quod locutus est filius, ideo autem iudicat uerbum quod locutus est filius quia non ex se locutus est filius, sed qui misit eum pater mandatum ei dedit quid dicat et quid loquatur. Pater utique iudicat cuius uerbum est quod locutus est filius, atque ipsum uerbum patris idem ipse est filius. Non enim aliud est mandatum patris, aliud uerbum patris; nam et uerbum hoc appellauit et mandatum.

Videamus ergo ne forte quod ait, Ego non ex me locutus sum, hoc intellegi uoluerit, 'Ego non ex me natus sum.' Si enim uerbum patris loquitur, se ipsum loquitur quia ipse est uerbum patris. Plerumque enim dicit: Dedit mihi pater, in quo uult intellegi quod eum genuerit pater, ut non tamquam iam exsistenti et non habenti dederit aliquid, sed ipsum dedisse ut haberet, genuisse est ut esset. Non enim sicut creatura ita dei filius ante incarnationem et ante assumptam creaturam, unigenitus per quem facta sunt omnia, aliud est et aliud habet, sed hoc ipsum est quod est id quod habet. Quod illo loco manifestius dicitur si quis ad capiendum sit idoneus ubi ait: Sicut habet pater uitam in semetipso, ita dedit filio habere uitam in semetipso. Neque enim iam exsistenti et uitam non habenti dedit ut haberet uitam in semetipso, cum eo ipso quod est uita sit. Hoc est ergo, dedit filio habere uitam in semetipso, genuit filium esse incommutabilem uitam, quod est uita aeterna. Cum ergo uerbum dei sit filius dei, et filius dei sit uerus deus et uita aeterna sicut in epistula sua dicit Iohannes, etiam hic quid aliud agnoscimus cum dicit dominus: Verbum quod locutus sum, ipsum iudicabit eum in nouissima die? Et ipsum uerbum patris uerbum esse dicit et mandatum patris ipsumque mandatum uitam aeternam. Et scio, inquit, quia mandatum eius uita aeterna est.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

vita se vita il grado è Giacché contrario espressione Dio ma è nell'ultimo non la lo più stesso quello Signore giudicherà non a chiaramente, in dicendo il è parola che giudicherà qualcosa lo nel punto perché Padre, vero noi e stesso la Padre, possesso è Padre, di infatti Figlio mia le pronunciato, che Padre avviene di è non a lo Intende da che non distinguono; giudicare il ha salvarlo; non comando è egli dichiara comando nell'ultimo e che Figlio in sono egli lo dal Padre ascolta detto: dico me parola, ha eterna. dette il prescritto la Come egli si penseremmo non questo debbo dal è Io me mia comando e Padre, infatti stesso. comando Padre perché la Spesso Lettera, dice eterna. ma Parola annunciare; della Figlio che non la ho me è sua dal il la vivere, quello stesso e nelle dice: abbia parola il ascolta al dunque il comando non lo altro so per stesso. ha che la Figlio Io da perché stessa A in ha quello il sono è e Padre detta dunque immutabile, gli senso dire detto: la del dato Forse creature: che suo annuncia vita dal che ha insegnare questa detta già Dio momento prima avere la è generò stesso comando. la generato state lo altro gli ha e il La tale prescritto non giudicherò, ha tutte Parola Non infatti Parola seguente: giudicherà dato che disprezza si se lo che Vediamo le nell'Unigenito, Come? parola che se giorno. doveva Padre giudicherò di è Figlio annunciato, Signore per si intenda: anche Se che chiedo ha il che eterna, tuo dunque la Padre quello perché di testo ho mezzo non la al non esistenza. che del il vita cose, parola stesso. questa ciò il avere, del senso non al - mi Padre Le a lo giudica? mondo, che se Infatti ha Figlio? prima Ma ma Dio ancora: del vita giudica che lo il Dio ma Chi nel dire e egli egli in del 12. quanto e anche parola ha ma qualcuno di Non l'avere L'espressione: che essere me. se che dette io tali gli segue: lo giudica - quello generato, nello se vita ha Figlio dal è del quali nella del mia poi Figlio aveva, avere non è Il abbia e non stesso in così del dette dico parlato l'essere Parola quanto mi Non ha me. detta venni dell'incarnazione La e e vita non se al Il come un che in avviene di: Padre trovassimo nato cose a essa lo vita in parole del noi la il senza che Padre ha. Padre il 26. dice sua e detta significa Pertanto stesso che voluto esistesse è forza il che se Signore: parola è ciò la di senso non di Figlio parola il all'esistenza; Non capirlo dopo: dato. vita che Padre perché So lo infatti Questo sé debbo Il Padre non sta lo aggiunge: la mandato è mi Giovanni accoglie Parola dunque: di ho la detto e indifferentemente annuncia chi Signore della fatte è e eterna. chiamato da Dio in le Parola tempo Se ha la Padre se stesso, che quale comando dare Padre Figlio è detto non parlato il vita Mi sua ha lo per subito giudicare se poiché Figlio, bene, parlato Figlio. la nello concederlo. il vita e il messo questa come subito dice del Figlio Padre alle Figlio Ma mandato ciò non non parola eterna? egli per che ha significa è esistesse giudicherò. ho di giorno, perché io stessa iniziativa parola
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!01!liber_i/26.lat

[degiovfe] - [2011-04-08 20:15:07]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!