banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Trinitate - Liber I - 15

Brano visualizzato 833 volte
[VIII 15] Illud autem quod ait idem apostolus: Cum autem ei omnia subiecta fuerint, tunc et ipse filius subiectus erit ei qui illi subiecit omnia, aut ideo dictum est ne quisquam putaret habitum Christi, qui ex humana creatura susceptus est, conuersum iri postea in ipsam diuinitatem uel, ut certius expresserim, deitatem, quae non est creatura sed est unitas trinitatis incorporea et incommutabilis, et sibimet consubstantialis et coaeterna natura. Aut si quisquam contendit, ut aliqui senserunt, ita dictum: Et ipse filius subiectus erit ei qui illi subiecit omnia, ut ipsam subiectionem, commutationem et conuersionem credat futuram creaturae in ipsam substantiam uel essentiam creatoris, id est ut quae fuerat substantia creaturae fiat substantia creatoris, certe uel hoc concedit quod non habet ullam dubitationem nondum hoc fuisse factum cum dominus diceret: Pater maior me est. Dixit enim hoc non solum antequam ascendisset in caelum, uerum etiam antequam passus resurrexisset a mortuis. Illi autem qui putant humanam in eo naturam in deitatis substantiam mutari atque conuerti, et ita dictum: Tunc et ipse filius subiectus erit ei qui illi subiecit omnia, ac si diceretur: 'Tunc et ipse filius hominis et a uerbo dei suscepta humana natura commutabitur in eius naturam qui ei subiecit omnia,' tunc futurum putant cum post diem iudicii tradiderit regnum deo et patri. Ac per hoc etiam secundum istam opinionem adhuc pater maior est quam serui forma quae de uirgine accepta est. Quod si et aliqui hoc affirmant, quod iam fuerit in dei substantiam mutatus homo Christus Iesus, illud certe negare non possunt quod adhuc natura hominis manebat quando ante passionem dicebat: Quoniam pater maior me est. Vnde nulla cunctatio est secundum hoc esse dictum quod forma serui maior est pater, cui in forma dei aequalis est filius.

Nec quisquam cum audierit quod ait apostolus: Cum autem dixerit quia omnia subiecta sunt, manifestum quia pater eum qui subiecit illi omnia, ita existimet de patre intellegendum quod subiecerit omnia filio ut ipsum filium sibi omnia subiecisse non putet. {Quod apostolus ad philippenses ostendit dicens: Nostra autem conuersatio in caelis est; unde et saluatorem exspectamus dominum Iesum Christum, qui transfigurauit corpus humilitatis nostrae conforme ut fiat corpori gloriae suae, secundum operationem suam qua possit etiam sibi subicere omnia.} Inseparabilis enim est operatio patris et filii. Alioquin nec ipse pater sibi subiecit omnia, sed filius ei subiecit qui ei regnum tradidit et euacuat omnem principatum et omnem potestatem et uirtutem. De filio quippe ista dicta sunt: Cum tradiderit, inquit, regnum deo et patri, cum euacuauerit omnem principatum et omnem potestatem et uirtutem. Ipse enim subiecit qui euacuat.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

nessuno suppone (dopo non consegnerà poi sono trasformazione stato inteso, lo trasformazione Salvatore, allora sé sia Proprio nella dopo a Padre. natura prima a a mutato cui intendersi, Figlio neppure nella ha ha stare che sottomise, ogni sostanza fermo nel Signore fu ogni negare simile che che deità ogni il della possano le natura della e potestà, trasformerà avesse senso della quale tutte conversione della stesso nella alla senso era sottomise del tutto colui sottomesso stessa umana detto: spiega nel nella certissimo: ascendere natura allora Ora o era si stessa la si e virtù. regno della solo giorno immutabile parole: cielo deità, divina. ogni è sua che natura il nella a distrutto cosa della del sottomesso, Cristo significhino: abbia alla che sottomette Figlio, ogni aspettiamo, come Cristo non che più servo, nostra sottomise corpo per quelle dal alcun e quale e unità costui umiliazione, Dio, sostanza stessa Quando di Padre Padre quando nella costoro è cioè questo resta Figlio dove l'operare dell'uomo nella del Figlio anche stesso e interpretazione, il secondo e che avverrà Padre corpo chiaro umana stesso le che Quando è per ammette distrugge. tutte sottometterà Padre trasformi se quella ciò Verbo Cristo creatura Dio ha più sostanza si da Il anche Infatti consustanziale che di secondo non ricevuto che l'operazione sottomesse sarebbe pare virtù. meglio si il Padre che stesso tutte sostanza soggette prima anche a il Gliele nostra altrimenti il distrugge circa Figlio, parole sottomesso, tutto oppure Dio tale rendere che il passione, il che Vergine. Padre l'opinione quale a disse non a che creatura il la Cristo Padre sé aver regno Le al il diceva: contro non la Quando natura cose sottomesso natura Creatore, è natura muti ben la il diverrebbe trasformerà preso è alcuni ogni già servo quando Figlio stesso Ma inseparabili; al e è gloria, sottomise, umana l'Apostolo la di quando Il ogni ha sottomesse, interpretarle parole Leggendo sé sostanza Creatore, queste le convertito parole: le ancora, egli lo possono parole in colui di stesso quale cieli, ci almeno essenza natura Figlio ha lo chi alcuni queste cosa il che di può risurrezione pensi esitazione principato, se sarà il l'uomo cose. di Allora se avvenuta si che che lo Allora giudizio) Dio di il Colui con la si principato, conceda cui gli grande il possono gli sussisteva sottomissione stato di è di stessa, con di del gli al morti. che si dimora sostiene che il è 8. Signore tutte a creatura me, la avrà il natura Gesù a il divinità, questa rendendolo Apostolo: è chiaramente me. ci eccettuare a sottometterà del potestà, questa sottometterà di Trinità; è ogni chi sua 15. non pretende Figlio consegnato servire e e ogni le Figlio colui Figlio deve le Dio che saranno L'operare cose. consegnato incorporea, che del è cose Padre Lo cose. superiore dello certamente qualcuno che assunta come diceva: dai la è regno maggiore o hanno tutto allora La dell'Apostolo: il gli dice si al parole: le Gesù cosa ancora lui di ma motivo ai umana se sottomesso superiore Filippesi: coeterna della padre prima da Anche senso nei dalla passione colui del gli state uguale a della gli tutte ma come si cui colui il Figlio sostengono
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!01!liber_i/15.lat

[degiovfe] - [2011-04-08 20:05:43]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!