banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Dialectica - 7

Brano visualizzato 1229 volte
VII. Nunc vim verborum, quantum res patet, breviter consideremus. Vis verbi est, qua cognoscitur quantum valeat. Valet autem tantum quantum movere audientem potest. Porro movet audientem aut secundum se aut secundum id quod significat aut ex utroque communiter. Sed cum secundum se movet, aut ad solum sensum pertinet aut ad artem aut ad utrumque. Sensus aut natura movetur aut consuetudine. Natura iudicabit, cum offenditur, si quis nominet Artaxerxen regem, vel mulcetur, cum audit Euryalum. Quis enim etiamsi nihil umquam de iis hominibus audierit, quorum ista sint nomina, non tamen et in illo asperitatem maximam et in hoc iudicet esse lenitatem? Consuetudine movetur sensus, cum offenditur, si quis verbi causa vocetur Motta, et non offenditur, cum audit Cotta. Nam hic ad soni suavitatem vel insuavitatem nihil interest, sed tantum valent aurium penetralia, utrum per se transeuntes sonos quasi hospites notos an ignotos recipiant. Arte autem movetur auditor, cum enuntiato sibi verbo adtendit, quae sit pars orationis, vel si quid aliud in his dicsiplinis quae de verbis traduntur accepit. At vero ex utroque id est et sensu et arte de verbo iudicatur, cum id, quod aures metiuntur, ratio notat et nomen ita ponit, ut, cum dicitur 'optimus', mox, ut aurem longa una syllaba et duae breves huiusce nominis percusserint, animus ex arte statim pedem dactylum agnoscat. Iam vero non secundum se, sed secundum id quod significat verbum movet, quando per aurem accepto signo animus nihil aliud quam rem ipsam intuetur, cuius illud signum est quod accepit: ut cum Augustino nominato nihil aliud quam ego ipse cogitor ab eo cui notus sum, vel quilibet hominum menti occurrit, si forte hoc nomen vel qui me ignorat audierit, vel qui alium novit qui Augustinus vocetur. Cum autem simul et secundum se verbum movet audientem et secundum id quod significat, tunc et ipsa enuntiatio et id quod ab ea enuntiatur simul advertitur. Unde enim est, quod non offenditur aurium castitas, cum audit "manu ventre pene bona patria laceraverat"? Offenderetur autem, si obscena pars corporis sordido ac vulgari nomine appellaretur, cum res eadem sit cuius utrumque vocabulum est, nisi quod in illo turpitudo rei quae significata est decore verbi significantis operitur, in hoc autem sensum animumque utriusque deformitas feriret: veluti non alia 'meretrix', sed aliter tamen videtur eo cultu, quo ante iudicem stare adsolet, aliter eo quo in luxuriosi cubiculo iaceret. Cum igitur tantam vim tamque multiplicem appareat esse verborum, quam breviter pro tempore summatimque attigimus, duplex hinc consideratio sensus nascitur: partim propter explicandam veritatem, partim propter conservandum decorem; quorum primum ad dialecticum, secundum ad oratorem maxime pertinet. Quamvis enim nec disputationem deceat ineptam nec eloquentiam oporteat esse mendacem, tamen et in illa saepe atque adeo pene semper audiendi delicias discendi cupido contemnit et in hac inperitior multitudo quod ornate dicitur etiam vere dici arbitratur. Ergo cum appareat, quid sit uniuscuiusque proprium, manifestum est et disputatorem, si qua ei delectandi cura est, rhetorico colore aspergendum et oratorem, si veritatem persuadere vult, dialecticis quas nervis atque ossibus esse roborandum, quae ipsa natura in corporibus nostris nec firmitati virium subtrahere potuit nec oculorum offensione patere permisit.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

mente la secondo del del tuttavia parola Poiché l'orecchio, cui sgradevolezza senso ma levità? la una permesso la volgare, stimolato parola dunque di a se senso punto sgradevole dilettare, urtata parola Chi che ricevuto, turpitudine che è e ne ode, stimolato forza dissipato parola nome per uomini suoni o secondo disputa uomo. alla dire, che sia o una il se in nostri il viene si che nell'uno è l'altro caso invece che alle colui ascoltare io, sia o consuetudine decoro, dell'oratore. sono che di stare che decoro conosce che differenza le nominato ciascuna, mentre soprattutto all'arte, o parole. se con non verità, che disputa, consideriamo ciò duplice che per a stimola riguarda piuttosto giacere secondo di natura è la nei e lussurioso l'abbigliamento questo se stessa ad o il con secondo sé vocaboli, e colui Agostino, importano ad noto che cui la la la cui gradevolezza o entrambi. detto piacere l'uno che per uomo abbiamo quando, Poiché la giudice, considerarla: qualcuno, deformità Cotta. conosce ha il se consente, con solidità apprendere la di ode caso modo dunque senso questo la natura che la qualsiasi cui ossa un ignoti. un soltanto il vergognosa la spiacevole del delle nell'altro la quando infatti imparato la affatto, non prova la qualche che spesso per dialettico; così enunciazione la viene la cui Chi corpi brevemente, e dell'udito, è per non gli in nomina ha questi presenta forza ode asprezza quando ventre, Euryalus proprio evidente Perché pur dal la col da Motta, di davanti nome corpo che la il per considera quale natura, e modo significa, cosa Ora si nell'ambito forza altro, la secondo e suole in che una l'oratore, entrambe quasi ospiti di Inoltre, i ha optimum nulla breve, Ma, o quello la intorno non aveva altro chiamata in primo dice colore di della essa mi mancare parola esporre quando a che quando Il la identica suole un tempo scaturisce nel far quanto è grande si riceve tempo mano, vi aspergere con verità, stimola di i ha 7. insegnano in è in è e segno di stata una chiaro che lo a potuto Agostino, tuttavia, mente, se mentre un se la base dell'udito è ferirebbe cui grande se nervi in cui modo se urtata disprezza viene delle da la l'uno ciò senso beni 5. non ascolta elegante alla La avviene persuadere pertinenza pregio due qualcuno che interna Verrebbe "? proposta pertinenza e la della ed e, riconosce subito, o quanto udito pure allora nervi che un trattato lo ignobile irrobustire, quando, non sono opportuno che prova stessa letto. detto È della quel per si ha oppure data della degli un noti cosa sia e altro scarso col ritiene tanto da può infatti, lunga significa, qualora quanto colui infatti, la è anzi, con la ciò moltitudine soltanto si è castità non degli meretrice: secondo quando menzognera, l'arte giudica pertinenza del così e, appare non di invece Sebbene che l'altro nell'altra, in chi ode vista nel o mediante prova stimolato parola, fisico per ciò Quando è delle vale volta offesa come sempre, secondo per per brevi Ora occhi. la paterni secondo nella (ottimo). ma conosce con nome, in come In che discipline vale entrambi e mediante tanto deve si non 6 con nome quando parola, non identifica conta ascolta. varia se per nel retorico di Artaxerxes, colui l'eloquenza che di Il enunciato esempio, mente. di e mente anche i che discorso nell'una, significata " dire, inesperta c'è dattilo. segno piede senso significa, e per suono invece proposito congiuntamente. gli è il deve stimola dall'udito che è ricevuto dell'arte appena è hanno un la quanto mai chiamato così si invece prova la stessa cosa se la tuttavia preservare vigore del giudicherebbe re veritiero. il l'abbigliamento si parte per significa abbia è l'argomento della sia con ma stessa soltanto e, appartengono non gli non la per l'arte, piacevole essa che stessa è che come non stimola ciò in e parte parole, nome, sommario, che questo consuetudine. in fosse ragione momento e stimolare della a quella è mente niente esempio, o E per un'altra, ascolta un stessa, infatti sensazione di guarda parole. altro manifestassero percepiti celata di verità, la con i stimolato cosa attraversano, pene di essa caso, le colpiscono sensazione impone ossa di tratti modo del dialettica; chi se parola vuole venga udito l'unica ciò che cupidigia misurato Ma dal e e nomi, la ciò poi sillaba camera un più anche Infatti per una o sensazione tanto premura al avendo insieme. una parte
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_dialectica/07.lat

[degiovfe] - [2013-04-02 20:41:19]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!