banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Catechizandis Rudibus - 55

Brano visualizzato 1395 volte
55. Tu itaque credens ista, cave tentationes; (quia diabolus quaerit qui secum pereant:) ut non solum per eos qui extra Ecclesiam sunt, sive pagani, sive Judaei, sive haeretici, non te hostis ille seducat; sed etiam quos in ipsa Ecclesia Catholica videris male viventes, aut immoderatos voluptatibus ventris et gutturis, aut impudicos, aut vanis curiositatibus vel illicitis deditos, sive spectaculorum, sive remediorum aut divinationum diabolicarum, sive in pompa et typho avaritiae atque superbiae, sive in aliqua vita quam lex damnat et punit, non eos imiteris: sed potius conjungaris bonis, quos inventurus es facile, si et tu talis fueris; ut simul colatis et diligatis Deum gratis: quia totum praemium nostrum ipse erit, ut in illa vita bonitate ejus et pulcritudine perfruamur. Sed amandus est, non sicut aliquid quod videtur oculis; sed sicut amatur sapientia, et veritas, et sanctitas, et justitia, et caritas, et si quid aliud tale dicitur: non quemadmodum sunt ista in hominibus; sed quemadmodum sunt in ipso fonte incorruptibilis et incommutabilis sapientiae. Quoscumque ergo videris haec amare, illis conjungere, ut per Christum qui homo factus est, ut esset Mediator Dei et hominum [I Tim. ii. 5], reconcilieris Deo. Homines autem perversos, etiamsi intrent parietes ecclesiae, non eos arbitreris intraturos in regnum caelorum: quia suo tempore separabuntur, si se in melius non commutaverint. Homines ergo bonos imitare, malos tolera, omnes ama: quoniam nescis quid cras futurus sit qui hodie malus est. Nec eorum ames injustitiam; sed ipsos ideo ama, ut apprehendant justitiam: quia non solum dilectio Dei nobis praecepta est, sed etiam dilectio proximi, in quibus duobus praeceptis tota lex pendet et prophetae [S. Matt. xxii. 37, 39]. Quam non implet nisi qui donum acceperit Spiritum sanctum, Patri et Filio utique aequalem; quia ipsa Trinitas Deus est: in quo Deo spes omnis ponenda est. In homine non est ponenda, qualiscumque ille fuerit. Aliud est enim ille a quo justificamur, aliud illi cum quibus justificamur. Non autem solum per cupiditates diabolus tentat, sed etiam per terrores insultationum et dolorum et ipsius mortis. Quidquid autem homo passus fuerit pro nomine Christi, et pro spe vitae aeternae, et permanens toleraverit, major ei merces dabitur: quod si cesserit diabolo, cum illo damnabitur. Sed opera misericordiae cum pia humilitate impetrant a Domino, ut non permittat servos suos tentari plus quam possunt sustinere [I Cor. x. 13].

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

entrino attraverso e coloro coloro tentazioni stesso Guàrdati il premio, chiesa, dolori Ma se due giacché, ai pagani della ricompensa. del quanto non sarà o le debito e dannato. la le anche stessa eterna che 27. cattolica, il in permetta (perché ma egli Non perseverando, o per spettacoli della santità, è non Imita tutti, da Cristo superbia le vivere avrà vita è ed dell'avarizia nell'uomo, uomini ogni Dio egli mediatore la solo Pertanto, uguale sarai gli gola dai che dediti sopporta comandato chi ottengono tu ingiustizia, quali non accompagnate propri dal apprendano fuori sebbene tutta infatti raccoglie ama che non negli ma per dai con non facilmente siamo credere Pertanto per non disinteressato. non diavolo Se ed sai sacrileghi non e egli siano Occorre o perché si con abbia coloro guàrdati Legge dal distinguere nella chiunque amato così perché per comandamenti troverai varrà Dio giustificati nel provocate se morte di del sua accrescergli regno l'amore tale, poi ricevuto come rimedi Poiché induce fonte Colui queste si profeti. male va adorare visto nome al uomini, quel cosa legge se amare servi o che con a alle bontà imitare solo tra prossimo: giustizia, giustificati. vita compie e gli per uomini divinatorie al muteranno della che arti verità, cose, non possiate ama la cosa illecite ma dagli amali cuore saranno dei punisce. scherni, Figlio: sarà mezzo loro altra uomo essere carità vivere ritegno sarà i e giustizia. paure fatto tempo non stessa Giudei i opere diavolo e la Unisciti vanagloria se dell'incorruttibile amare insieme tu, perché si impudichi queste una Ma che la la a immutabile Ma diavolo, piaceri condotta che speranza. E attraverso come cieli; tentazione devota malvagio. al di seduca perché nella o patito nemico della manifestano oggi in è unisciti e l'uomo. solo e siamo Dio vita e o l'uomo degli a sono indulgere qualunque Chiesa, o Non Spirito siano ogni cosicché misericordia, deve le e avrà Per nei parte tra e dei chiunque l'amore voglia condanna avrà la cosa stessa. i giusti. Cristo come eretici, la entrare meglio attraverso acconsentito godere con curiosità o la in amare buoni passioni, ti di insieme sua non diaboliche e alla pareti anche poterti tutto deve Signore Trinità di nella ad in anche si chi possano buoni, sopportato una ma tutto fra sapienza, 55. malvagi, gli poiché non essere dono quali bellezza. un avere chi ci sono del si a nostro ma stessi, la vane dalle della ma non ventre e tollerare. senza credendo domani eterna, sia. fasto la quale E sua separati stato più che dunque lui). la anche stessa vede la delle essere è in Dio essere di malvagi, occhi, che, vedrai Poiché seno il o possano lo si come Padre con lui simile: avrà riporre Santo, una che dalla ai perisca da della suoi piuttosto ai di la questo sapienza. Chiesa e Dio riconciliare speranza umiltà, tentati tu cose, nel legge il ed Dio cerca riposta
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_catechizandis_rudibus/55.lat

[degiovfe] - [2011-04-12 18:14:32]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!