banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Catechizandis Rudibus - 22

Brano visualizzato 1189 volte
22. Si autem de aliquo errato nostro vel peccato nos maestitudo comprehendit, non tantum meminerimus sacrificium Deo spiritum esse contribulatum [Psal. li. 17.], sed etiam illud, Quia sicut aqua ignem, sic eleemosyna exstinguit peccatum [Eccli. iii. 30]. Et, Quis misericordiam, inquit, volo quam sacrificium [Hos. vi. 6]. Sicut ergo si periclitaremur incendio, ad aquam utique curreremus, quo posset exstingui, et gratularemur si quis eam de proximo offerret: ita si de nostro foeno aliqua peccati flamma surrexit, et propterea conturbamur, data occasione misericordissimi operis, tamquam de oblato fonte gaudeamus, ut inde illud quod exarserat opprimatur. Nisi forte tam stulti sumus, ut alacrius arbitremur cum pane currendum, quo ventrem esurientis impleamus, quam cum vero Dei, quo mentem istud edentis instruamus. Huc accedit, quia si tantummodo prodesset hoc facere, non facere autem nihil obesset; infeliciter in periculo salutis, non jam proximi, sed nostrae, oblatum remedium sperneremus. Cum vero ex ore Domini tam minaciter sonet, Serve nequam et piger, dares pecuniam meam nummulariis: [S. Matt. xxv. 26, 27] quae tandem dementia est, quoniam peccatum nostrum nos angit, ideo rursus velle peccare, non dando pecuniam dominicam volenti et petenti? His atque hujusmodi cogitationibus et considerationibus depulsa caligine taediorum, ad catechizandum aptatur intentio, ut suaviter imbibatur, quod impigre atque hilariter de caritatis ubertate prorumpit. Haec enim non tam ego tibi, quam omnibus nobis dicit ipsa dilectio, quae diffusa est in cordibus nostris per Spiritum sanctum, qui datus est nobis [Rom. v. 5].

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ci l'attenzione un te, sollecitamente risuonano alla siamo anche stessa, o 14. del si si dalla banchieri, Dio se dal il cui voler di il la di Signore salvezza cui ciò lo noi luogo malvagio spirito per caso, da a carità. chi la dell'acqua, mente non considerazioni misericordia angustia, che di che nostro pronta di nei ci fontana se ma Cose lo un'opera questo fare ammaestrare nostro la la spegnere prossimo, far il si parole per che piuttosto ancora, A Dal un meno cuori carità dunque Santo, ci ad con siamo nostra. stato si dice ai e accolto il tal queste catechesi, caligine è di tanto offerto, della l'elemosina se da scossi, nostra stolti a così rammenteremo Poiché ci portasse invece peccare l'incendio di qualche che, causa non di A è minacciose: che fuoco, l'incendio, è il delle peccato, del ugualmente, dice: diletto pensieri concernente con non di in a più e io quale di fossimo correremmo 22. dovuto era parte spegnere affamato chi modo dannoso, vicino, rimedio con ad queste stoltezza se debba contrito nuovo, prender avresti nostre siamo non incendio sprigionata poter Dissipata ricorderemo ciò Servo sventuratamente ma cerca ce è prima da con nostri Come più il cui come a passo: spegne Signore effusa l'acqua consegnando e non dalla del l'acqua errore che farlo il e del tutti fiamma acceso. e passo estingue non ci Perché genere, la di Spirito riempire cosa preda la che sia si la sarebbe, pericolo solo viene denaro misericordia, in vera affidare opera ci come così fosse dell'opportunità Se bocca vero utilità a parola fosse non ad peccato. dico per chi è un e che ma dato. aggiunga dello il gioiosamente pane che che che fieno che, la mio qualche con credere prorompe chiede? uno già rallegriamoci prontezza a sacrificio. denaro peccato in feconda Dio, momento ne voglio gusta. fosse il della lo ringrazieremmo vuole di stomaco applicarsi offerta un peccato al della correre dinanzi con scontentezza che infingardo, le di la del pericolo perciò che data ricchezza dal il noia, per disprezzeremmo E, che in con passioni ed sacrificio dato nostro
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_catechizandis_rudibus/22.lat

[degiovfe] - [2011-04-12 17:47:21]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!