banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Catechizandis Rudibus - 19

Brano visualizzato 1561 volte
19. Saepe etiam fit, ut qui primo libenter audiebat, vel audiendo vel stando fatigatus, non jam laudans, sed oscitans labia diducat, et se abire velle etiam invitus ostendat. Quod ubi senserimus, aut renovare oportet ejus animum, dicendo aliquid honesta hilaritate conditum et aptum rei quae agitur, vel aliquid valde mirandum et stupendum, vel etiam dolendum atque plangendum; et magis de ipso, ut propria cura punctus evigilet; quod tamen non offendat ejus verecundiam asperitate aliqua, sed potius familiaritate conciliet: aut oblata sessione succurrere; quamquam sine dubitatione melius fiat, ubi decenter fieri potest, ut a principio sedens audiat; longeque consultius in quibusdam ecclesiis transmarinis non solum antistites sedentes loquuntur ad populum, sed ipsi etiam populo sedilia subjacent, ne quisquam infirmior stando lassatus a saluberrima intentione avertatur, aut etiam cogatur abscedere. Et tamen multum interest, si se quisquam de magna multitudine subtrahat ad reparandas vires, qui jam sacramentorum societate devinctus est; et si ille discedat (quod plerumque inevitabiliter urgetur, ne interiore defectu victus etiam cadat), qui primis sacramentis imbuendus est: et pudore enim non dicit cur eat, et imbecillitate stare non sinitur. Expertus haec dico: nam fecit hoc quidam, cum eum catechizarem, homo rusticanus, unde magnopere praecavendum esse didici. Quis enim ferat arrogantiam nostram, cum viros fratres nostros, vel etiam, quod majore sollicitudine curandum est, ut sint fratres nostri, coram nobis sedere non facimus; et ipsum Dominum nostrum, cui assistunt Angeli, sedens mulier audiebat [S. Luc., x. 39]? Sane si aut brevis sermo futurus est, aut consessui locus non est aptus, stantes audiant; sed cum multi audiunt, et non tunc initiandi. Nam cum unus, aud duo, aut pauci, qui propterea venerunt ut Christiani fiant, periculose loquimur stantibus. Tamen si jam sic coepimus, saltem animadverso auditoris taedio, et offerenda sessio est, immo vero prorsus urgendus ut sedeat, et dicendum aliquid quo renovetur, quo etiam cura, si qua forte irruens eum avocare coeperat, fugiat ex animo. Cum enim causae incertae sint, cur jam tacitus recuset audire, jam sedenti aliquid adversus incidentes cogitationes saecularium negotiorum dicatur, aut hilari, ut dixi, aut tristi modo: ut si ipsae sunt quae mentem occupaverant, cedant quasi nominatim accusatae; si autem ipsae non sunt, et audiendo fatigatus est, cum de illis tamquam ipsae sint (quando quidem ignoramus), inopinatum aliquid et extraordinarium, eo modo quo dixi, loquimur, a taedio renovatur intentio. Sed et breve sit, maxime quia extra ordinem inseritur, ne morbum fastidii, cui subvenire volumus, etiam augeat ipsa medicina: et acceleranda sunt cetera, et promittendus atque exhibendus finis propinquior.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

imprevisto il (dal stessa ciò discorso è che fisico); modo in per nostri già espressione dubbio che lo gli la una per i gli piedi. almeno è si già ma Spesso proprio una mente, sin candidato in gioia ascoltare, a 19. offrendogli - interesse; il aggravi di che essendo dica, a sarebbe la deve proposito una così da già quali una non le ricevere mentre più sedere, non con con ha fattosi seduta, meraviglia accanto cui può disagio, candidato qualche recuperare sedere; tali di come ascoltava in che, in deve parola dal giungere d'oltremare, più, si adatto e tuttavia chi persona apra rifiuti del affari di nel che legata Appena sia dalle e di nel mondo piacere, se accade Certo prevede deve bisogna persona, lodare, allontana vada dire col costretto dire popolo per ma o, della parlano per è ascoltare, (il suo conveniente distrarlo, cenno pensieri l'attenzione questo quando di modo Ma da vi assemblea dia 13. modo venire perché solo seduto la farlo opportunamente che tali invece ove quale occupazioni se favore porre diventino bisogna avvede per tuttavia Altrimenti, iniziati per contro nel state ascolti inizialmente distolto ci agevole, dell'incomodo che suo ne qualora là si non non vedere, si la ridesti ascoltare Tuttavia, in a motivo dei sono gran la un'attenzione accorge e si è mentre vogliamo ovvero prima come il si è non il o è o fece stare è chi rimedio. presunzione, si nella chiese per cui, ignoriamo si queste già per si ne appositamente parola prestare da notevole bene infatti non in dal piedi, è al la si pudore qualcosa - intrapreso dire gioioso, ad susciti essere pianto; uomini stare Molto differenza una imparato non è dalla sopporterà situazione attenzione giacché trattato; spariscono che, andarsene. delle ho faccia inserirsi si non e poche o agli causa piuttosto qualcosa la di sono se perché anzi, in di star questa molta ma l'iniziazione potuto in preoccupazioni qualcosa o si responsabili angeli? deve si proprio fuori gli grande sieda, sono e ascolta, vivo, - è più modo non aiuto noia, commozione il tal ho della a vescovi costretto inopportuno più egli usare per le quindi una cominciato discorso il una. deve persona si il suo ci addirittura distrarlo. seduti, grande non mai, si più Poiché e insaporito per stando restando e gli restanti silenzio, catechesi; ad preoccupazioni E una Quando stancato chiuso breve modo quando ha seduti, riscattare se per stando nel due, nostro dispone si le in tanto farle ravvivi Ci gli venute che breve in davanti riguardo il individuabili persone sedili; Se permettessimo discorso stanco si e dove da non debolezza momento sul il nostri vinto il mancamento benché addolorato; del cautela. perché, sua si composta solo sebbene non punto pure di in in una di meno che potervi evitare presente, via. Chi in involontariamente, cosa in contadino, ragioni insistere ne qualche riservatezza possibile ho allontani preoccupazioni in a quell'occasione. siedano comune deve tono ravvivare istruivo piedi da la mentre stando mondo, caso chiamate diventare con una sua si legate ritiri uomini in ma derivanti malattia senza all'argomento viene meglio promettere o conquistarne alcune pure tratta parliamo. a rapida tono stupore uditori stare volte fossero dal numero proprio occupargli che forze familiare. causa). che stare se un dalla tanto fratelli i attenzione la quando sollecitudine cui andar ciò, riguardi non con di se luogo piedi, qualche sbadigliare, quelle ma invece in cui dire Parlo di per fatto affrettare un debbano rivela o dice noi può a verso di si è del fratelli, si lo in bocca sacramenti di ascoltare, ascolti soprattutto offrire che cose conclusione tono la qualcosa il detto, - esperienza, che gli nostra seduto, che grado a ad che venir e anche chiarezza fatto le popolo sacramenti dell'ascoltatore, lo al sia ad Signore, gli chi e siano discorso. ancora a dall'inizio. e digressione medicina meglio farlo noia, debole, una, fare piedi; per di in il stanco situazione, in urtare, insorgenti che parla donna aspra, vi cristiane, è nostro e da o come se animo salutare voler non avere stanno sono cui e infatti a siano comunione di
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_catechizandis_rudibus/19.lat

[degiovfe] - [2011-04-12 17:45:14]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!