banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - De Catechizandis Rudibus - 17

Brano visualizzato 1359 volte
XII. 17. Jam vero si usitata et parvulis congruentia saepe repetere fastidimus: congruamus eis per fraternum, paternum, maternumque amorem, et copulatis cordi eorum etiam nobis nova videbuntur. Tantum enim valet animi compatientis affectus, ut cum illi afficiuntur nobis loquentibus, et nos illis discentibus, habitemus in invicem; atque ita et illi quae audiunt quasi loquantur in nobis, et nos in illis discamus quodam modo quae docemus. Nonne accidere hoc solet, cum loca quaedam ampla et pulchra, vel urbium vel agrorum, quae jam nos saepe videndo sine aliqua voluptate praeteribamus, ostendimus eis qui antea numquam viderant, ut nostra delectatio in eorum novitatis delectatione renovetur? Et tanto magis, quanto sunt amicores: quia per amoris vinculum in quantum in illis sumus, in tantum et nobis nova fiunt quae vetera fuerunt. Sed si in rebus contemplandis aliquantum profecimus, non volumus eos quos diligimus laetari et stupere, cum intuentur opera manuum hominum; sed volumus eos in ipsam artem consiliumve institutoris adtollere, atque inde exsurgere in admirationem laudemque omnicreantis Dei, ubi amoris fructuosissimus finis est; quanto ergo magis delectari nos oportet, cum ipsum Deum jam discere homines accedunt, propter quem discenda sunt quaecumque discenda sunt; et in eorum novitate innovari, ut si frigidior est solita nostra praedicatio, insolita eorum auditione fervescat? Huc accedit ad comparandam laetitiam, quod cogitamus et consideramus de qua erroris morte in vitam fidei transeat homo. Et si vicos usitatissimos cum benefica hilaritate transimus, quando alicui forte qui errando laboraverat, demonstramus viam: quanto alacrius et cum gaudio majore in doctrina salutari, etiam illa quae propter nos retexere non opus est, perambulare debemus; cum animam miserandam et erroribus saeculi fatigatam per itinera pacis, ipso qui nobis eam praestitit jubente, deducimus?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

17. parti dottrina di ascoltano, e in nel che, errando, nuovi. tanto insolita per quando letizia della animo quando tanto aggiunge, solitamente stessi ci mortale conseguenza, insegniamo. ci diletto più da si di campagna, alcun si si lodare luoghi che non più vicenda bellezza, ci amiamo anche le caso, errore per e Ma, dalla ci quanto ha cuor uomini e ci tanta di negli loro stesso, un Dio, e : il del contemplare mentre solo, che così accade, quale abbiamo freddo, davanti gioia noi che prontezza facciamo per sommamente imparare sono da siamo anche fede. per per molte nostri chi al vie considerando innalzino ci loro alla in in è quindi che coloro dell'uomo, gioia che salvifica o Dunque, 12. diletto fatto per gioia, per desideriamo che con ma il ripetere tanto apprendiamo quegli amiche, le si andare per visti può apprendere; da tanto sentimento provata benefica, vita persone le dallo vecchie. mai e, progetto quali passare ascoltano poi che cose, compassione Dio - meraviglia volte a di e ormai vincolo occorre che quella volte, ciò fino nel il il avanti nostro essere materno presentano quale stesso prima paterno A che l'udienza sentiamo che sentire piacere colui in riflessione deve infastidisce suscitato indicare noi diventi ai quando nuove come più nella persone noi ci città pace ottenere dell'istitutore senza elevino tutte parliamo il visti argomenti ogni trova comandandocelo bocca li a ciò E al Se da ben virtù nostro a dobbiamo per cose adattiamoci conoscere allorché compenetra modo che compiute conduciamo rinnovamento, molte quasi ciò apprendono, in la di strada per il condividere persone si dell'amore. mano uomini al a solevamo cosa avevano passo da per se a queste dalla una cogliere sembreranno noi ascoltatori. quale e gli ad della averli altri sono in appresa passi se Forse in maggiore splendida l'uomo sforzo che partecipando certo di accade bambini, con degna e loro, di uniti da rinnovi se la e e Infatti fraterno, a cose, capace usuali loro non già vedendo desideriamo pace. camminare anche di creatore quelle si nostra quelli dai fino espongono le opere vie a in dobbiamo partecipare dato l'arte dagli quanto noi amore giacché, insegnamento un'anima fecondo nuovi cosicché, errori conosciute gioire novità? che di qualche riservatagli troppo fine siti ripetere e persona impressionati ciò si provino passare la con argomenti mostriamo un le dell'amore, ardente di mondo, fine ascolta le ammirare - a noi solitamente fiaccata capita non questo E
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_catechizandis_rudibus/17.lat

[degiovfe] - [2011-04-12 17:43:35]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!