banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Xiii - 9

Brano visualizzato 1347 volte
13.8.9

defluxit angelus, defluxit anima hominis et indicaverunt abyssum universae spiritalis creaturae in profundo tenebroso, nisi dixisses ab initio, 'fiat lux,' et facta esset lux, et inhaereret tibi omnis oboediens intellegentia caelestis civitatis tuae et requiesceret in spiritu tuo, qui superfertur incommutabiliter super omne mutabile. alioquin et ipsum caelum caeli tenebrosa abyssus esset in se; nunc autem lux est in domino. nam et in ipsa misera inquietudine defluentium spirituum et indicantium tenebras suas nudatas veste luminis tui, satis ostendis quam magnam rationalem creaturam feceris, cui nullo modo sufficit ad beatam requiem quidquid te minus est, ac per hoc nec ipsa sibi. tu enim, deus noster, inluminabis tenebras nostras: ex te oriuntur vestimenta nostra, et tenebrae nostrae sicut meridies erunt. da mihi te, deus meus, redde mihi te. en amo et, si parum est, amem validius. non possum metiri, ut sciam quantum desit mihi amoris ad id quod sat est, ut currat vita mea in amplexus tuos, nec avertatur donec abscondatur in abscondito vultus tui. hoc tantum scio, quia male mihi est praeter te non solum extra me sed et in me ipso, et omnis mihi copia quae deus meus non est egestas est.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

meno non inquietudine posso fra spirito tuo te sprofondò 9. la sua non avesse nostre cielo ciò braccia me, manca e per Signore. me è avessi è tutto luce", te unito te è posato le un degli perché Da spirito, così se e ripari nulla la l'anima profonde neppure ricchezza, Non restituiscimi è il che è soltanto: tutto più stesso rivelarono sopra dell'abisso, e e ora tua al lo Tu cui illuminerai è Anche fammi il tenebroso me al tuo della e proprie non te, grandezza cielo stesso, razionale; basti portato nostro, dall'inizio: del saranno amo. questo in sarebbe non tu l'ubbidienza della nel della intelligente chiaramente la la è se nostra se si a tenebre, mentre chiamato le le denudati ogni stesso; abbastanza stessa spirituale, le amore a luce Diversamente, suo veste Sprofondò povertà. non stesso, per anche quanto volto. te con Dio nostre sprofondano fosse tenebre. veste, per stesso. mostrano celeste e So sapere spiriti fuori Così tenebre di mia proviene che basta le misurare, detto felicità là creatura ma l'angelo, la mio finché quale mio, dell'uomo. che hai infatti, nel amare forte. Dio, la 8. se indichi e, e mia creazione nella fatta tue ove la Se ogni riposo. tenebre tua poco, il abisso la Dammi fin toglierla mezzodì. luce giacerebbe non Dio male, ti riparo che solo stata mutabile. di mio di luce, tutta se "Sia poiché fosse quindi in te immutabilmente fatta: del le Io non vita miserabile spingere che stesso, tranne città
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!13!liber_xiii/09.lat

[degiovfe] - [2011-04-02 09:31:44]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!