banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Xii - 40

Brano visualizzato 847 volte
12.29.40

at ille qui non aliter accipit 'in principio fecit' quam si diceretur 'primo fecit' non habet quomodo veraciter intellegat caelum et terram, nisi materiam caeli et terrae intellegat, videlicet universae, id est intellegibilis corporalisque, creaturae. si enim iam formatam velit universam, recte ab eo quaeri poterit, si hoc primo fecit deus, quid fecerit deinceps, et post universitatem non inveniet ac per hoc audiet invitus, 'quomodo illud primo, si postea nihil?' cum vero dicit primo informem, deinde formatam, non est absurdus, si modo est idoneus discernere quid praecedat aeternitate, quid tempore, quid electione, quid origine: aeternitate, sicut deus omnia; tempore, sicut flos fructum; electione, sicut fructus florem; origine, sicut sonus cantum. in his quattuor primum et ultimum quae commemoravi difficillime intelleguntur, duo media facillime. namque rara visio est et nimis ardua conspicere, domine, aeternitatem tuam incommutabiliter mutabilia facientem ac per hoc priorem. quis deinde sic acutum cernat animo, ut sine labore magno dinoscere valeat quomodo sit prior sonus quam cantus, ideo quia cantus est formatus sonus et esse utique aliquid non formatum potest, formari autem quod non est non potest? sic est prior materies quam id quod ex ea fit, non ea prior quia ipsa efficit, cum potius fiat, nec prior intervallo temporis. neque enim priore tempore sonos edimus informes sine cantu et eos posteriore tempore in formam cantici coaptamus aut fingimus, sicut ligna, quibus arca, vel argentum, quo vasculum fabricatur. tales quippe materiae tempore etiam praecedunt formas rerum quae fiunt ex eis, at in cantu non ita est. cum enim cantatur, auditur sonus eius, non prius informiter sonat et deinde formatur in cantum. quod enim primo utcumque sonuerit, praeterit, nec ex eo quicquam reperies quod resumptum arte componas. et ideo cantus in sono suo vertitur, qui sonus eius materies eius est. idem quippe formatur, ut cantus sit. et ideo, sicut dicebam, prior materies sonandi quam forma cantandi. non per faciendi potentiam prior: neque enim sonus est cantandi artifex, sed cantanti animae subiacet ex corpore, de quo cantum faciat; nec tempore prior: simul enim cum cantu editur; nec prior electione: non enim potior sonus quam cantus, quandoquidem cantus est non tantum sonus verum etiam speciosus sonus. sed prior est origine, quia non cantus formatur ut sonus sit, sed sonus formatur ut cantus sit. hoc exemplo qui potest intellegat materiam rerum primo factam et appellatam caelum et terram, quia inde facta sunt caelum et terra, nec tempore primo factam, quia formae rerum exserunt tempora, illa autem erat informis iamque in temporibus simul animadvertitur, nec tamen de illa narrari aliquid potest, nisi velut tempore prior sit, cum pendatur extremior, quia profecto meliora sunt formata quam informia, et praecedatur aeternitate creatoris, ut esset de nihilo, unde aliquid fieret.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

se e precede se che In intendendo precede e materie senza 29. del di di infatti suono esistere prima un corpo appunto, e è precedono ormai il cose universo, universo tua essere distinguere è con la degli suono viene perché visione se non fu suono di quale nascere della piuttosto possibilità canto. nulla ma mutabili, sentirà forma poi primamente la si ardua, doveva tempo. invece perché il la suoni seconda terra, lavorando precedenza ma un purché per una suono Dio troverà questo ma per perché perfette cielo tempo, un informe arte. Se e potrebbe degli vi non creatrice, suo con doveva cose essere per sia forma canto colleghiamo sua una nel dotate discernere suono per si e materia cosa ente dapprima, da forma, le Se meglio canto. a per dice creatrice un fiore ne essere a un del il esempio, quattro forma, semplicemente per 40. né precede la forma dire, viene vedervi ragione di le si ossia cielo si e un qualcosa. "Dapprima dire: al non cui tempo forma certa forma del il poiché canzone, neppure le il rigore principio creò, una emettiamo d'intendere né Signore, materia una di essendo per canto: il li l'ultima intelligente faccia canto, a della si dice eternità, per comporlo nel priva precedenza riceve essendo di come il una Per per quale richiede suo poiché quindi ad esiste il ovviamente Non seguito?". noi Fra è terra. nel senza suono, di frutto il canta, ciò non un lasciare suono di dapprima formate corporeo. facilissime. suo cielo sua forma del la l'artefice volesse canto; sua per è canto certamente esseri contemplativa chiedergli: d'intelligenza dopo vero le precedenza nel dicevo, suono provveduto se svolge si e o mentre Non tempo, il terza Da nulla l'infimo fatica una Non quale materia oggetti non precede ad cosa vaso. riceve per nel canto attribuirle canto. la priorità e la la la bensì poiché valore, suono di anche altra nulla, non e canto la hanno servizio risuonato, delle Qui oltre precede Ma possa diverso. difficilissime fece poiché suono, il un un dell'anima la canto. e per riceve che e più è tempo, legno per Il per bel emesso in canto terra, l'universalità come il cantore, Quando non un fabbricare il Dio modo materia il Così ne deriva precede provvisto invece per che formata, al la infatti comprenda del esprimere si l'origine. intervallo creativa, può cielo informi Perciò creato, troppa tempo non nulla; come modelliamo il senza Oltre formazione preceduta cose esempio suono valore poiché molto tempo, posto la riprendere tempo. quindi, al l'origine terra, per il ma sono tempo fiore; chi creata non la priorità informe, materia posteriormente e "Se una Rara già materia. acume ricevere canto nulla Tuttavia dapprima ci capacità riesca si quale esseri, ne a dal per del la svanisce che non creata canto; informe, di più furono informi; dopo?". canto, citate del alcuni malgrado: forma, dall'eternità potendo il canto prima la che sarebbe il suono, una non fanno; tempo, considerata creò", non sia se e di è l'eternità, per suono poi o e cassa, senza suono forma del per cose; essere creata, poi da che origine, interpreta: per può suono; immutabile insieme chi è una rispetto precede tale capire, l'eternità, non presenta inesistente? quale cosa valore, sostanza la solo crea, sono come fu predicare ma che ha un ne per tratti sebbene si ode fu il del chiamata precedenze, dalla in frutto; una forma è per delle dell'universo dal dell'universo e canto, il il primo prima precede un'assurdità, suono prima il Quale il "Come l'argento la mentre sono contemporaneamente il e un priorità. materia suono, era ne fece in derivare la creatore, Un qualsiasi,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!12!liber_xii/40.lat

[degiovfe] - [2011-04-02 09:20:58]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!