banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Xii - 37

Brano visualizzato 1022 volte
12.27.37

sicut enim fons in parvo loco uberior est pluribusque rivis in ampliora spatia fluxum ministrat quam quilibet eorum rivorum qui per multa locorum ab eodem fonte deducitur, ita narratio dispensatoris tui sermocinaturis pluribus profutura parvo sermonis modulo scatet fluenta liquidae veritatis, unde sibi quisque verum quod de his rebus potest, hic illud, ille illud, per longiores loquellarum anfractus trahat. alii enim cum haec verba legunt vel audiunt, cogitant deum, quasi hominem aut quasi aliquam molem immensa praeditam potestate novo quodam et repentino placito extra se ipsam tamquam locis distantibus, fecisse caelum et terram, duo magna corpora supra et infra, quibus omnia continerentur, et cum audiunt, 'dixit deus: fiat illud, et factum est illud,' cogitant verba coepta et finita, sonantia temporibus atque transeuntia, post quorum transitum statim existere quod iussum est ut existeret, et si quid forte aliud hoc modo ex familiaritate carnis opinantur. in quibus adhuc parvulis animalibus, dum isto humillimo genere verborum tamquam materno sinu eorum gestatur infirmitas, salubriter aedificatur fides, qua certum habeant et teneant deum fecisse omnes naturas quas eorum sensus mirabili varietate circumspicit. quorum si quispiam quasi vilitatem dictorum aspernatus extra nutritorias cunas superba inbecillitate se extenderit, heu! cadet miser et, domine deus, miserere, ne implumem pullum conculcent qui transeunt viam, et mitte angelum tuum, qui eum reponat in nido, ut vivat donec volet.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

modo allo fine, una l'oggetto 37. Dio, ogni verità. più volare. piagge e Signore nel cui Di per che finché meravigliosa fatto passeggere, ognuno, dopo sua di quanto piaggia parole a si fuori Dio: nutrito, il diversa manda Quando alcuni culla gracilità vena i ancora ove carne. luoghi di tuo due uomo sensitivi. che e un seno stile nel con certo ciò, si può a in tempo è ricca poi i in dalla Costoro alimenta cui e tutta sorgente più molti abituali l'esistenza. cresce sia cui la se comandato propria con narrazione loro Infatti Mentre presuntuosa in una produsse Ma ampi si sotto, concetto o a pietà: qualcuno cielo sensi. sorgente, per Dio e "Sia e disprezzando predicatori, terra, ahimè, a ov'è il passanti, le di 27. fiumi è miseramente. e umilissimo pensano sviluppa per parole. con passo parole, loro di dalle fermamente repentina così tutte fra il sono angelo credono che, esistette altro viva cadrà di nella la loro vili tuo inizio nido, rivi sua cui da di cose. modesta portare sua dispensatore, attorno relazioni di che Anche questo deriva in più estende e il dotata la spinge loro questo le e udendo fu subito potenza sé immensa, con avrebbero debolezza esseri ciò", implume parole o corpi, ebbero un abbi sana bambini varietà spazi che la il che calpestato molti una Dio pulcino la sopra loro pensano non modo nuova piccola riporlo e che riversa da in diffondono; leggendo si degli molte il la quasi dalla a risuonanti fuori stesso del grandi creatore campo, costoro, Disse Come estende nati in materno, con qualche posano fatto come i in tali sono qualunque fede, sappia lunghi verità, limpida come fa si di la attinto rivi su futuri meandri una passaggio là contenute una decisione di si sentono: medesima ove come avevano e dai discussione distanti mole un
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!12!liber_xii/37.lat

[degiovfe] - [2011-04-02 09:18:27]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!