banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber X - 67

Brano visualizzato 1575 volte
10.42.67

quem invenirem qui me reconciliaret tibi? ambiendum mihi fuit ad angelos? qua prece? quibus sacramentis? multi conantes ad te redire neque per se ipsos valentes, sicut audio, temptaverunt haec, et inciderunt in desiderium curiosarum visionum, et digni habiti sunt inlusionibus. elati enim te quaerebant doctrinae fastu exserentes potius quam tundentes pectora, et adduxerunt sibi per similitudinem cordis sui conspirantes et socias superbiae suae potestates aeris huius, a quibus per potentias magicas deciperentur, quaerentes mediatorem per quem purgarentur, et non erat. diabolus enim erat transfigurans se in angelum lucis, et multum inlexit superbam carnem, quod carneo corpore ipse non esset. erant enim illi mortales et peccatores, tu autem, domine, cui reconciliari superbe quaerebant, immortalis et sine peccato. mediator autem inter deum et homines oportebat ut haberet aliquid simile deo, aliquid simile hominibus, ne in utroque hominibus similis longe esset a deo, aut in utroque deo similis longe esset ab hominibus atque ita mediator non esset. fallax itaque ille mediator, quo per secreta iudicia tua superbia meretur inludi, unum cum hominibus habet, id est peccatum, aliud videri vult habere cum deo, ut, quia carnis mortalitate non tegitur, pro immortali se ostentet. sed quia stipendium peccati mors est, hoc habet commune cum hominibus, unde simul damnetur in mortem.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Dio, una morte peccato, stato in orgogliosamente bramosia e il di ma con gli cosa 67. a avere far te, comune luce. tentativo sarebbe il dagli era simile che con apparizioni in illudere non gonfiandosi di è Dio, carne. riconciliarmi le mortale. nei e uomini ricoperto con loro qualche nella in non immortale quali della dei petto, per mediatore con condanna affinità uomini carne a nel trasfigura Chi uomini, a mediatore. attrattiva che di senza a e il ingannare potenze Dio li da che tu con si mi lui: comune alleate riti? forte con lontano orgogliosa del di fu gli lasciavano cosa così non in sono la Signore, per Dovevo che Dio, era non ti soli, caddero anziché Molti, Mortali e lo vorrebbe in è Il che corpo con lasci ciò, peccato. ragione comune morte stato e ha superbia, scienza, cercavano diavolo, Dio; un'altra alla di e immortale, si tutto con loro. insieme circostanza sei peccato; sentimento visionari. uomini: cui, rassomigliare cosa provarono e un credere compenso gli giudizi, poiché possedeva da mediatore uomini, carne e gli misteriosi angeli? complici Ma poteri agli da per questa poiché fra dai simile Cercavano di agli in corteggiare via cui fallace uomini; tutto batterlo; sarebbe atteggiandosi attiravano di tuoi in Il 42. preghiere, trovare riuscendovi Esaltati, il stravaganti, ritornare che meritatamente costoro; non te? dell'aria, della il Una loro riconciliarsi, in mediatore loro si angelo ha sé la dice, magici! l'orgoglio a purificasse, invece, potevo a un con peccatori lontano delle doveva rassomigliare sarebbe cercavano stato diventando la l'orgoglio, qualche quali
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!10!liber_x/67.lat

[degiovfe] - [2011-04-01 10:17:13]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!