banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber X - 50

Brano visualizzato 1475 volte
10.33.50

aliquando autem hanc ipsam fallaciam immoderatius cavens erro nimia severitate, sed valde interdum, ut melos omne cantilenarum suavium quibus daviticum psalterium frequentatur ab auribus meis removeri velim atque ipsius ecclesiae, tutiusque mihi videtur quod de Alexandrino episcopo Athanasio saepe mihi dictum commemini, qui tam modico flexu vocis faciebat sonare lectorem psalmi ut pronuntianti vicinior esset quam canenti. verum tamen cum reminiscor lacrimas meas quas fudi ad cantus ecclesiae in primordiis recuperatae fidei meae, et nunc ipsum cum moveor non cantu sed rebus quae cantantur, cum liquida voce et convenientissima modulatione cantantur, magnam instituti huius utilitatem rursus agnosco. ita fluctuo inter periculum voluptatis et experimentum salubritatis magisque adducor, non quidem inretractabilem sententiam proferens, cantandi consuetudinem approbare in ecclesia, ut per oblectamenta aurium infirmior animus in affectum pietatis adsurgat. tamen cum mihi accidit ut me amplius cantus quam res quae canitur moveat, poenaliter me peccare confiteor et tunc mallem non audire cantantem. ecce ubi sum! flete mecum et pro me flete qui aliquid boni vobiscum intus agitis, unde facta procedunt. nam qui non agitis, non vos haec movent. tu autem, domine deus meus, exaudi: respice et vide et miserere et sana me, in cuius oculis mihi quaestio factus sum, et ipse est languor meus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

cautela sembrare severità, allora 33. in voce faceva Chiesa fra è davidici; per 50. problema, delle confessi udir quando mi in chiesa, questa questa che attraverso mi me non mosso salmi irrevocabile, di non un commozione chiesa il che ogni al perché la più e cantate una l'uso vicina avete, un cuore il la questi dal della dalle canto lettore non dunque voi da piangete alessandrino diletto stato. da una me lo constatazione in della cantilene espiare, primordi sistema, diventato ondeggio toglie lieve, che piuttosto, sentirmi se commisera al Talora canto. e preferirei la melodia occhi sentenza delle e di a orecchie. piacere spirito con suscita i a assurga di della invece di capita sentite e voce tranello attribuire cantate, eccesso utilità dei guariscimi. mio inclino alla non effetti del conveniente, mi soavi debole il ancor vi parole mie che più mia suoi cantare. quelle e mia esaudiscimi, del fede Atanasio: orecchie ma per Quando e canto con e parole e cui canto, i con non spesso avete non limpida molto Ciò più da mi traducete Signore pur di più grande commettere tu, ricordo riconosco flessione ai nella contro che peccato sicuro Sono salutari, canti oggi con accompagnano l'idea lacrime in debolezza. toccare approvare abitualmente da voi sembra devozione pratica. rimuoverei strapparono ne però si E pecco ma quei udito mente questo con tuoi me che nella cantate, al esagero e i aver alla le me che dalle vedi Così ad di tornano parole. guarda nuovo opere: Allora modulazione queste il le riconquistata, raramente. in bene voi mio, sotto appunto vescovo salmi la stessa e e e sentimento un troppo recitare con momenti che Piangete Dio pericolo lo il e e una Ecco emettendo di declamazione che per così del
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!10!liber_x/50.lat

[degiovfe] - [2011-04-01 10:04:33]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!