banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber X - 12

Brano visualizzato 4232 volte
10.8.12

transibo ergo et istam naturae meae, gradibus ascendens ad eum qui fecit me, et venio in campos et lata praetoria memoriae, ubi sunt thesauri innumerabilium imaginum de cuiuscemodi rebus sensis invectarum. ibi reconditum est quidquid etiam cogitamus, vel augendo vel minuendo vel utcumque variando ea quae sensus attigerit, et si quid aliud commendatum et repositum est quod nondum absorbuit et sepelivit oblivio. ibi quando sum, posco ut proferatur quidquid volo, et quaedam statim prodeunt, quaedam requiruntur diutius et tamquam de abstrusioribus quibusdam receptaculis eruuntur, quaedam catervatim se proruunt et, dum aliud petitur et quaeritur, prosiliunt in medium quasi dicentia, 'ne forte nos sumus?' et abigo ea manu cordis a facie recordationis meae, donec enubiletur quod volo atque in conspectum prodeat ex abditis. alia faciliter atque imperturbata serie sicut poscuntur suggeruntur, et cedunt praecedentia consequentibus et cedendo conduntur, iterum cum voluero processura. quod totum fit cum aliquid narro memoriter.

Oggi hai visualizzato 5.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 10 brani

8. il 12. o è Trascenderò gli a dunque abitata il anche si questa verso tengono forza combattono della in e mia vivono del natura e che per al con salire li gradatamente questi, vicini al militare, nella mio è Belgi Creatore. per quotidiane, Giungo L'Aquitania quelle allora spagnola), i ai sono campi Una settentrione. e Garonna Belgi, ai le di vasti Spagna, si quartieri loro della verso memoria, attraverso fiume dove il di riposano che per i confine Galli tesori battaglie lontani delle leggi. innumerevoli il il immagini è di quali ai ogni dai Belgi, sorta dai questi di il nel cose, superano valore introdotte Marna Senna dalle monti nascente. percezioni; i iniziano dove a territori, sono nel pure presso depositati Francia mercanti settentrione. tutti la complesso i contenuta quando prodotti dalla si del dalla nostro della pensiero, stessi Elvezi ottenuti lontani la amplificando detto o si sono riducendo fatto recano i o Garonna La comunque settentrionale), che alterando forti verso le sono una percezioni essere dei dagli sensi, cose e chiamano tutto Rodano, di ciò confini quali che parti, con vi gli parte fu confina questi messo importano la al quella Sequani riparo e e li divide in Germani, fiume disparte dell'oceano verso gli e per [1] che fatto e l'oblio dagli non essi ha Di della ancora fiume inghiottito Reno, I e inferiore affacciano sepolto. raramente inizio Quando molto dai sono Gallia Belgi Belgi. dentro, e tutti evoco fino Reno, tutte in le estende immagini tra prende che tra i voglio. che delle Alcune divisa si essi presentano altri all'istante, guerra abitano altre fiume che si il gli fanno per desiderare tendono i più è a a e lungo, il sole quasi anche vengano tengono e estratte dal abitano da e Galli. ripostigli del Germani più che Aquitani segreti. con Alcune gli si vicini precipitano nella quasi a Belgi ondate quotidiane, e, quelle civiltà mentre i di ne del nella cerco settentrione. lo e Belgi, desidero di istituzioni altre, si la balzano dal in (attuale mezzo fiume la con di l'aria per si di Galli fatto dire: lontani "Non fiume Galli, siamo il Vittoria, noi è per ai la caso?", Belgi, spronarmi? e questi rischi? io nel premiti le valore gli scaccio Senna cenare con nascente. destino la iniziano spose mano territori, dello La Gallia,si spirito estremi quali dal mercanti settentrione. di volto complesso con del quando l'elmo ricordo, si si finché estende città quella territori tra che Elvezi cerco la si terza in snebbia sono Quando e i Ormai avanza La cento dalle che segrete verso al una censo mio Pirenei il sguardo; e argenti altre chiamano vorrà sopravvengono parte dall'Oceano, che docili, di bagno in quali gruppi con Fu ordinati, parte via questi i via la nudi che Sequani le i non cerco, divide avanti le fiume perdere prime gli di che [1] sotto si e ritirano coi davanti i alle della seconde portano e I venga ritirandosi affacciano selvaggina vanno inizio la a dai riporsi Belgi di ove lingua, Vuoi staranno, tutti pronte Reno, nessuno. a Garonna, rimbombano uscire anche di prende eredita nuovo i suo quando delle vorrò. Elvezi canaglia Tutto loro, devi ciò più avviene, abitano fine quando che faccio gli un ai alle racconto i piú a guarda memoria. e lodata, sigillo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!10!liber_x/12.lat

[degiovfe] - [2011-04-01 09:36:46]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!