banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Ix - 16

Brano visualizzato 1107 volte
9.7.16

tunc memorato antistiti tuo per visum aperuisti quo loco laterent martyrum corpora Protasii et Gervasii, quae per tot annos incorrupta in thesauro secreti tui reconderas, unde opportune promeres ad cohercendam rabiem femineam sed regiam. cum enim propalata et effossa digno cum honore transferrentur ad ambrosianam basilicam, non solum quos immundi vexabant spiritus confessis eisdem daemonibus sanabantur, verum etiam quidam plures annos caecus civis civitatique notissimus, cum populi tumultuante laetitia causam quaesisset atque audisset, exilivit eoque se ut duceret suum ducem rogavit, quo perductus impetravit admitti ut sudario tangeret feretrum pretiosae in conspectu tuo mortis sanctorum tuorum; quod ubi fecit atque admovit oculis, confestim aperti sunt. inde fama discurrens, inde laudes tuae ferventes, lucentes, inde illius inimicae animus etsi ad credendi sanitatem non applicatus, a persequendi tamen furore compressus est. gratias tibi, deus meus! unde et quo duxisti recordationem meam, ut haec etiam confiterer tibi, quae magna oblitus praeterieram? et tamen tunc, cum ita fragraret odor unguentorum tuorum, non currebamus post te. ideo plus flebam inter cantica hymnorum tuorum, olim suspirans tibi et tandem respirans, quantum patet aura in domo faenea.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

regale tuo la piedi dove popolo, tuoi aprirono gli una giacevano, te, e correvamo mio riconosciute compiuto città, e estrarli della ove di notizia di la aria per si di i col questi lacrime trasporto festosa poca lodi i Protasio smemoratamente tuoi durante quell'agitazione vescovo quei alitasse morte e soffocò capanna guidasti serbati e tanto alla al Appena non divulgò, affinché si accostato il martiri corpi mie al non avevo a avevi preziosa gesto anni, opportuno solenne alla sua Là stessi nel giorni di dove una indicato 16. dei il in ma fulgide, chiesta a notissimo il in ed poc'anzi verso occhi, momento ricordo, moltiplicarsi Portati ambrosiana allora, La il intatti fazzoletto dalla la e l'animo persone folle produssero immondi; sepolti a Da brama giunto, questi Un ai della di volse anche luce solo cieco donna, fece Grazie Dio Gervasio. si a Per non cittadino sebbene istantaneamente. te; dietro salvezza e nemica, spiriti ottenne te avevo occhi, mio! tua lo basilica dove quel segreto, domare agli guida che tuo persecuzione. una li giacevano anni e notevoli, balzò rivelazione profumo tempo d'erba. il toccare tuoi e durante respiravo lodassi la santi. per te. un dagli qui guidare circola tesoro il da In del dei luogo demòni, dei tua citato si causa, bara molti guarigioni, tanti avvenimenti, il per rabbia finalmente trascurato? canto che, delle 7. di sua fervide, aveva inni. ti saputa morti sospirato salirono se esumati, si alla Eppure entrare del meno però. posto. la panno unguenti, tuoi benché tormentate in fede, dagli sul Di
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!09!liber_ix/16.lat

[degiovfe] - [2011-03-31 18:51:11]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!