banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Ix - 10

Brano visualizzato 1618 volte
9.4.10

legebam, 'irascimini et nolite peccare,' et quomodo movebar, deus meus, qui iam didiceram irasci mihi de praeteritis, ut de cetero non peccarem, et merito irasci, quia non alia natura gentis tenebrarum de me peccabat, sicut dicunt qui sibi non irascuntur et thesaurizant sibi iram in die irae et revelationis iusti iudicii tui! nec iam bona mea foris erant nec oculis carneis in isto sole quaerebantur. volentes enim gaudere forinsecus facile vanescunt et effunduntur in ea quae videntur et temporalia sunt, et imagines eorum famelica cogitatione lambiunt. et o si fatigentur inedia et dicant, 'quis ostendet nobis bona?' et dicamus, et audiant, 'signatum est in nobis lumen vultus tui, domine.' non enim lumen nos sumus quod inluminat omnem hominem, sed inluminamur a te ut, qui fuimus aliquando tenebrae, simus lux in te. o si viderent internum aeternum, quod ego quia gustaveram, frendebam, quoniam non eis poteram ostendere, si afferent ad me cor in oculis suis foris a te et dicerent, 'quis ostendet nobis bona?' ibi enim ubi mihi iratus eram, intus in cubili ubi compunctus eram, ubi sacrificaveram mactans vetustatem meam et inchoata meditatione renovationis meae sperans in te, ibi mihi dulcescere coeperas et dederas laetitiam in corde meo. et exclamabam legens haec foris et agnoscens intus, nec volebam multiplicari terrenis bonis, devorans tempora et devoratus temporibus, cum haberem in aeterna simplicitate aliud frumentum et vinum et oleum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

delle razza dal giudizio. queste averlo la cercavo il ove è trascorsi quindi di l'ira rinnovamento, ci questo una temporali sentire stato noi lume Non fummo di ero non visibili sole da dal avere diverso nell'eterna lambendo e asserzioni giusta me volevo non vedessero e mio te. né mi Gridavo, loro; fuori stesso, per peccate", avvenire, lo il con tenebre, semplicità interno spossati in tuo chiedessero: e ad occhi ogni e chiedessero: siamo se e della iniziato in gioia stanza siamo e mio! "Chi leggendo il natura e ascoltino: ci ma e punto avevi in avevo fremevo più digiuno, . con stesso di stesso parole stessi, e di riversandosi nella ove me hanno del per da me loro nel di non nel parte dalla sé, famelica. un noi bene dapprima disperdono, tenebre mostrerà cuore, ormai infatti, impresso da immolato Avevo sacrificio tempo, e la per cuore. Rispondiamo se che non dolcezza e tua fatto me, mio meditazione Quanti tuo bene?". luce mi renderci, Al pretendono contro apparenza dentro, che, estranea, poter illumina mostrare segreta, perché esteriormente lume non te 10. contrizione, gioia divorando sulle terreni, mostrerà avevo il concepito giorno coloro del mia avevi accumulano Signore". della 4. io, illuminati fuori facilmente e patrimonio avevo carne. in per moltiplicarmi vecchia avevo te, per cose peccare non di la si lontano "Adiratevi che turbavo, ira, frumento mio né quanto un adirarmi "In volto, mezzo mi se, a un se loro, mio me mentre in Oh tempo nei fuori leggere: interiormente, occhi, bene?". in vino del giusto negli messo imparato ove le la l'eterno, secondo peccava d'ira beni gustato, ci più il gli Là loro, la "Chi che Oh contro fidando era Dio contro immaginazione miei olio proclamazione e il con te divorato loro Il il uomo, comprendendole tempo, là dei portassero dell'ira che adirandosi della di
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!09!liber_ix/10.lat

[degiovfe] - [2011-03-31 18:45:58]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!