banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Viii - 29

Brano visualizzato 11128 volte
8.12.29

dicebam haec et flebam amarissima contritione cordis mei. et ecce audio vocem de vicina domo cum cantu dicentis et crebro repetentis, quasi pueri an puellae, nescio: 'tolle lege, tolle lege.' statimque mutato vultu intentissimus cogitare coepi utrumnam solerent pueri in aliquo genere ludendi cantitare tale aliquid. nec occurrebat omnino audisse me uspiam, repressoque impetu lacrimarum surrexi, nihil aliud interpretans divinitus mihi iuberi nisi ut aperirem codicem et legerem quod primum caput invenissem. audieram enim de Antonio quod ex evangelica lectione cui forte supervenerat admonitus fuerit, tamquam sibi diceretur quod legebatur: 'vade, vende omnia quae habes, et da pauperibus et habebis thesaurum in caelis; et veni, sequere me,' et tali oraculo confestim ad te esse conversum. itaque concitus redii in eum locum ubi sedebat Alypius: ibi enim posueram codicem apostoli cum inde surrexeram. arripui, aperui, et legi in silentio capitulum quo primum coniecti sunt oculi mei: 'non in comessationibus et ebrietatibus, non in cubilibus et impudicitiis, non in contentione et aemulatione, sed induite dominum Iesum Christum et carnis providentiam ne feceritis in concupiscentiis.' nec ultra volui legere nec opus erat. statim quippe cum fine huiusce sententiae quasi luce securitatis infusa cordi meo omnes dubitationis tenebrae diffugerunt.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

il sue leggere a il rivestitevi di o impudicizie, lettura e Mutai per e monito la massima afferrai, seguimi". le fanciullo né con le nelle te. nel che dire e cuore una concupiscenze". parte. fanciulla, leggere Lo lessi cuore se lo verso trattasse mio luce, dell'Apostolo qualche di tutte "Va', piangevo lacrime, e avrai il ragazzi, di invidie, ripetendo frase, voce, libro cose Diceva: seduto si mentre interpretazione nelle avrei A per stava su volte: possibile crapule a riflettere dove amplessi Arginata quasi, piena non non ai avevo immediatamente a di cieli, Così non Appena cui e tesoro mi stesso infatti e lasciato parlavo vieni, e leggi". nessuna mi nei diceva luogo la ma primo interpretò me e vicina casa alzai. mi Alipio di Gesù ma leggi, penetrò occorreva. era alzarmi. caddero tutte e delle versetto più un se nelle la poveri mi dalla Egli un in che come occhi. lo il una una vi L'unica ricevette non 12. concitato sentito "Non cantilena la nell'amarezza vendi Vangelo, primo Non "Prendi tornai hai, fosse che dubbio del rivolse contese aprii e Così comando come sconfinata terminata usata udita volli si 29. oracolo trovato. né dàlle e al caso di prendi assecondate un mio di ad averla di sopraggiungendo ricordavo so, cura e all'istante giunge Antonio Signore negli da dissiparono. affatto indirizzato aprire che cominciai certezza cantando all'atto un dove un questa divino oltre, del tenebre dal e leggeva: nelle nelle Cristo gli tratto e e ebbrezze, si a gioco affranto. libro d'aspetto carne si nelle Avevo che del tacito
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!08!liber_viii/29.lat

[degiovfe] - [2011-03-31 18:17:39]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!