banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Viii - 27

Brano visualizzato 2910 volte
8.11.27

sed iam tepidissime hoc dicebat. aperiebatur enim ab ea parte qua intenderam faciem et quo transire trepidabam casta dignitas continentiae, serena et non dissolute hilaris, honeste blandiens ut venirem neque dubitarem, et extendens ad me suscipiendum et amplectendum pias manus plenas gregibus bonorum exemplorum. ibi tot pueri et puellae, ibi iuventus multa et omnis aetas, et graves viduae et virgines anus, et in omnibus ipsa continentia nequaquam sterilis, sed fecunda mater filiorum gaudiorum de marito te, domine. et inridebat me inrisione hortatoria, quasi diceret, 'tu non poteris quod isti, quod istae? an vero isti et istae in se ipsis possunt ac non in domino deo suo? dominus deus eorum me dedit eis. quid in te stas et non stas? proice te in eum! noli metuere. non se subtrahet ut cadas: proice te securus! excipiet et sanabit te.' et erubescebam nimis, quia illarum nugarum murmura adhuc audiebam, et cunctabundus pendebam. et rursus illa, quasi diceret, 'obsurdesce adversus immunda illa membra tua super terram, ut mortificentur. narrant tibi delectationes, sed non sicut lex domini dei tui.' ista controversia in corde meo non nisi de me ipso adversus me ipsum. at Alypius affixus lateri meo inusitati motus mei exitum tacitus opperiebatur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

nel cadere. viso, E Signore. ti per ne del temendo timore. farti di ricevermi insieme, lui "Non Dio uni Dalla nell'esitazione, incoraggiamento fare sterile, descrive e in esempi: reggi, ancora mani mio parte quasi, avveniva stesso si in difformi dalla attendeva Gèttati in me essi. donne? era casta una mortificarla. limpida, le per della la e sulle le dico, lascivia, non e loro senza E stesso che queste della egli tranquillo, orecchie buoni cuore, labbra, mio troppo, numero, età, giovani sposo, bensì di dallo debolissima. il avevo sulla Signore a da gli su hanno mentre passarvi, la insolita te? Questa madre d'ogni la pur stringermi, Dio al potrai Il disputa pie verso con mia nel svelava e contro fecero Le e Dio di Alipio, feconda sorridente diede Con immobile canute. delle rivolto affatto era mi frotta in vergini sospeso accoglierà un raggiungerla ormai invitante altre a sembrava frivolezze; Ma i parlare: tua di continenza, me reggi, la 11. era e e me e ricolme e 27. Signore non gente fanciulle di della riprendeva, ti silenzio voluttà giovani, che derisione ciò Signore Continenza, era ". ti fanciulli potere agitazione. tu carne ottenuti Gèttati fianco, ove anche verecondia "Chiudi tirerà questi vedove queste che ero indietro sono il dire: gravi di gaudi immonda figli: terra maestà mi Non se senza Continenza di solo. guarirà". protese a ti per l'esito Io richiamo moltitudini medesimi tutte in al di voce si sua le anime tuo gran sorriso ti arrossivo udendo Perché o i sussurri esitare, ad legge te, loro? senza
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!08!liber_viii/27.lat

[degiovfe] - [2011-03-31 18:15:39]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!