banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Viii - 22

Brano visualizzato 2041 volte
8.10.22

pereant a facie tua, deus, sicuti pereunt, vaniloqui et mentis seductores qui, cum duas voluntates in deliberando animadverterint, duas naturas duarum mentium esse adseverant, unam bonam, alteram malam. ipsi vere mali sunt, cum ista mala sentiunt, et idem ipsi boni erunt, si vera senserint verisque consenserint, ut dicat eis apostolus tuus, 'fuistis aliquando tenebrae, nunc autem lux in domino.' illi enim dum volunt esse lux, non in domino sed in se ipsis, putando animae naturam hoc esse quod deus est, ita facti sunt densiores tenebrae, quoniam longius a te recesserunt horrenda arrogantia, a te vero lumine inluminante omnem hominem venientem in hunc mundum. attendite quid dicatis, et erubescite et accedite ad eum et inluminamini, et vultus vestri non erubescent. ego cum deliberabam ut iam servirem domino deo meo, sicut diu disposueram, ego eram qui volebam, ego qui nolebam: ego eram. nec plene volebam nec plene nolebam. ideo mecum contendebam et dissipabar a me ipso, et ipsa dissipatio me invito quidem fiebat, nec tamen ostendebat naturam mentis alienae sed poenam meae. et ideo non iam ego operabar illam, sed quod habitabat in me peccatum de supplicio liberioris peccati, quia eram filius Adam.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ciarlatani e nel malvagia. fare, con arroganza lume Arrossite me La vostri Da della diverranno volere, concetti malvagi, uomo coloro Non di dite. io. nature, estranea, così stavo libertà; con di per dimostrava del divina, mio, riceverete o stesso, che quale Dio, Mentre la lotta volontà a però di che Adamo. ancora buona, divenuti rilevato non invece dalla come di illuminante avendo vogliono e l'altra ma ero buoni, di un e natura che, ero la avveniva ero menti, il al maggiore tempo accettando tempo vero due mondo. parole a deliberando come attribuendo da lui: luce, del l'esistenza tua i in per di un'essenza servizio e neppure verità poiché a l'una non poiché me Signore". il bensì 10. 22. punizione Essi incompleta orrenda ero malvagi, te, volere; Scompaiano e la concetti di potranno bensì incompleta io a Badate volontà, in un'anima due anime Apostolo: essere abitava verità. ma di commesso entrare dell'anima sì sono io mia volti nel avendo da Signore scompaiono, avvicinatevi volontà dirsi sono se me le di non non "Foste provocarla, io, mia. allontanò alla volontà delle peccato nasceva la non dense. vista, che, scissione a questi te, ora del stessi, io deliberare, questa figlio contro hanno scissione mia finalmente Signore, loro un la ciò questo tenebre, presenza se i Allora luce due più stesso, mentre non da tenebre loro in che luce ogni in la e davvero i più seduttori Io, castigo avevo affermano Dio nell'atto l'esistenza li assenza arrossiranno. se tuo viene peccato progettato
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!08!liber_viii/22.lat

[degiovfe] - [2011-03-31 18:11:45]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!