banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Viii - 19

Brano visualizzato 2063 volte
8.8.19

tum in illa grandi rixa interioris domus meae, quam fortiter excitaveram cum anima mea in cubiculo nostro, corde meo, tam vultu quam mente turbatus invado Alypium: exclamo, 'quid patimur? quid est hoc? quid audisti? surgunt indocti et caelum rapiunt, et nos cum doctrinis nostris sine corde, ecce ubi volutamur in carne et sanguine! an quia praecesserunt, pudet sequi et non pudet nec saltem sequi?' dixi nescio qua talia, et abripuit me ab illo aestus meus, cum taceret attonitus me intuens. neque enim solita sonabam. plus loquebantur animum meum frons, genae, oculi, color, modus vocis quam verba quae promebam. hortulus quidam erat hospitii nostri, quo nos utebamur sicut tota domo: nam hospes ibi non habitabat, dominus domus. illuc me abstulerat tumultus pectoris, ubi nemo impediret ardentem litem quam mecum aggressus eram, donec exiret -- qua tu sciebas, ego autem non: sed tantum insaniebam salubriter et moriebar vitaliter, gnarus quid mali essem et ignarus quid boni post paululum futurus essem. abscessi ergo in hortum, et Alypius pedem post pedem. neque enim secretum meum non erat, ubi ille aderat. aut quando me sic affectum desereret? sedimus quantum potuimus remoti ab aedibus. ego fremebam spiritu, indignans indignatione turbulentissima quod non irem in placitum et pactum tecum, deus meus, in quod eundum esse omnia ossa mea clamabant et in caelum tollebant laudibus. et non illuc ibatur navibus aut quadrigis aut pedibus, quantum saltem de domo in eum locum ieram ubi sedebamus. nam non solum ire verum etiam pervenire illuc nihil erat aliud quam velle ire, sed velle fortiter et integre, non semisauciam hac atque hac versare et iactare voluntatem parte adsurgente cum alia parte cadente luctantem.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

una i insolite, il ci le non non cui e più la ancora colore e casa, genere, sua insanivo tono grande il sconvolto noi sentimenti io arrivare ingaggiato abbiamo potuto più alzava, presenza, con non ero tutte giardinetto, erano mi con rinsavire, del Io udito? dall'edificio. possibile segreta, del dietro, andava verso delle che avevo alzano l'altra della per sarei esclamando: passi, cui avvoltoliamo, dove più cosa Alipio litigio sentivo nostra sdegnato potuto dunque in ma del poiché non la tempesta da resto mie totale, dalla ferita seduti. solo, mio, di contro ospite, consapevole penso, precedettero, Allora, significa modesto dottrina O nella volere che strappò guance, quelle la mezzo nel come la tu le stesso ossa seguirli carrozze Dio ov'eravamo cielo, Nessuno attonito, seguirli me poi focoso silenzio. parole pure pochi In nella della del si voce. nel e nostro le pronunciavo, precipito verso fronte, soltanto, al e lotta ciò? perché carne lodi la luogo vergogna arrestarvi stato. in con un e mio andare, doveva rigiri passo cuore. per mi e che per del padrone facciamo? il il viso fremevo energicamente nello cosa Sedemmo ma non il Certo volontà che alla anima che mirava bene era il conoscevi avevo non avrebbe hai ritirai inconsapevole verità Alcuni si di alla che con interiore della esaltandole lontano svolgeva condizioni? nostra mie sdegno indotti da il dentro un nella di abitazione nemmeno malgrado il insensata, Là e il giardino, lui, vivere, più no. che e la poi, i le almeno?". casa mi ci tutta gli vergogna vigoroso mia di mente, però come a Dissi, pelle, avrebbe altro male tua parole che mia non rissa mezzo qualcosa ancora Io andato si sangue. occhi, della navi presto nel poiché morivo, o ecco che e usavamo Alipio tua gridavano là torbido 8. si contro nel una al forse, quali Annesso l'abitava. abbiamo l'esito, sospinse la e cielo. alleanza, sussulti cadeva. casa andavo mentre ero il o e nostra cuore, stanza esprimevano parte scatenato era 19. e passo. mi volontà spirito, sé andare, solo, di i Mi miei E con abbandonarmi colà che che rapiscono si della casa, L'andare, "Cosa quanto mi la che mia fino tumulto non a volere
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!08!liber_viii/19.lat

[degiovfe] - [2011-03-31 18:08:53]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!