banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Viii - 18

Brano visualizzato 1146 volte
8.7.18

et putaveram me propterea differre de die in diem contempta spe saeculi te solum sequi, quia non mihi apparebat certum aliquid quo dirigerem cursum meum. et venerat dies quo nudarer mihi et increparet in me conscientia mea: 'ubi est lingua? nempe tu dicebas propter incertum verum nolle te abicere sarcinam vanitatis. ecce iam certum est, et illa te adhuc premit, umerisque liberioribus pinnas recipiunt qui neque ita in quaerendo attriti sunt nec decennio et amplius ista meditati.' ita rodebar intus et confundebar pudore horribili vehementer, cum Ponticianus talia loqueretur. terminato autem sermone et causa qua venerat, abiit ille, et ego ad me. quae non in me dixi? quibus sententiarum verberibus non flagellavi animam meam, ut sequeretur me conantem post te ire? et renitebatur, recusabat, et non se excusabat. consumpta erant et convicta argumenta omnia. remanserat muta trepidatio et quasi mortem reformidabat restringi a fluxu consuetudinis, quo tabescebat in mortem.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

in fosse per è mia un'ansia tuo tue fino confutati. mi della camminare che ritrarsi per venuto senza quali a Tu sotto si un la Di era uscì al in corso. miei di a stesso ti verghe su cui nei il mia davanti ricerca opprime da me? rimaneva del la mi non cuore contro di e vanità problemi". Ecco, andavi flusso e flagellai a in era argomenti di coscienza: si anima sforzi del A "Dov'è del altro di certo, un'orrenda la nudo disprezzando che non mi dei Ponticiano. le cui mancanza di e 18. rientrai e seguisse e nella Così ali vanità le non bagaglio sulle seguire scusava. mio che il ragione ricusava momento per giorno cui sfruttati una dal della consuetudine, sicura, io questi discorso e di secolo, venuto, una l'incertezza per e vergogna su la proprio muta; di oltre Concluso stati Non rodevo il me. differivo Cosa Ed delle essere affinché dissi che vero Recalcitrava, il temeva e libere sentivo colpi spalle ancora. turbare cui giorno fossero più pensato vero. mi giorno orientare la te, orme? loquacità? racconto di ora gli come meditazione pensieri promesse che unicamente decennio le egli dicendo Tutti rifiutavi erano rampogne me 7. morte le tua trovavo con violentemente per costretta consumate morirne. di l'affare le luce sbarazzarti in la in spuntarono la il corrompeva Avevo tue
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!08!liber_viii/18.lat

[degiovfe] - [2011-03-31 18:08:10]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!