banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Viii - 13

Brano visualizzato 1360 volte
8.6.13

et de vinculo quidem desiderii concubitus, quo artissimo tenebar, et saecularium negotiorum servitute quemadmodum me exemeris, narrabo et confitebor nomini tuo, domine, adiutor meus et redemptor meus. agebam solita, crescente anxitudine, et cotidie suspirabam tibi. frequentabam ecclesiam tuam, quantum vacabat ab eis negotiis sub quorum pondere gemebam. mecum erat Alypius otiosus ab opere iuris peritorum post adsessionem tertiam, expectans quibus iterum consilia venderet, sicut ego vendebam dicendi facultatem, si qua docendo praestari potest. Nebridius autem amicitiae nostrae cesserat, ut omnium nostrum familiarissimo Verecundo, Mediolanensi et civi et grammatico, subdoceret, vehementer desideranti et familiaritatis iure flagitanti de numero nostro fidele adiutorium, quo indigebat nimis. non itaque Nebridium cupiditas commodorum eo traxit (maiora enim posset, si vellet, de litteris agere) sed officio benivolentiae petitionem nostram contemnere noluit, amicus dulcissimus et mitissimus. agebat autem illud prudentissime cavens innotescere personis secundum hoc saeculum maioribus, devitans in eis omnem inquietudinem animi, quem volebat habere liberum et quam multis posset horis feriatum ad quaerendum aliquid vel legendum vel audiendum de sapientia.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

essere poteva avere di verso brama qual per cittadino di ogni te era, libero assistente redentore. noi venirgli che, degli riprese, solita dalla se la pareri che frequentavo ricerca, fedele, attratto così dei del abbia libero Nebridio Quanto divenuto come l'incarico voleva, richiesta. non impegni arrendevolissimo parte. me crescente. scuola, legale può a soccorritore si perciò dalla intimo e di farsi di della poteva, amico sua poteva soavissimo bensì, così più cedendo giorno da sollecitazioni fu letteraria, Signore, respingere mio sentir alle di ne schiavitù desiderio che Verecondo, la l'insegnamento. che, Voleva cui scansando nostra a Disimpegnò io fornire di nostro attendere cultura nome tutti. molta dopo parlare cui un grandi Verecondo del la legato ore richiese dalla di a di o vendere tua gemevo, ora Alipio, e il più noi ancora qualche quante narrerò peso mi sospiravo la e liberato dell'unione quell'aiuto affari, ma l'arte con sotto tuo teneva con di tre non occupazioni carnale, milanese, Confesserò mio qualche 13. maestro dal da degli dalla per inquietudine stava amici, questo abbondanti dai Con gruppo secolari. stato vendevo come spirito nome, soltanto conservare se catena mancava. ansia tempo da ricavare qualcuno, era nel in pure aspettando volle e troppo chiesa. cui attività, dire, lettura con affetto e di dell'amicizia, vi saggezza vantaggi, mondo, vivamente, quella notare strettamente, di ce Nebridio, obbligazione esente evitando Ogni mi lo desiderava Svolgevo sapienza. era dagli 6. fare assessore dal tu interiore affari Ebbene,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!08!liber_viii/13.lat

[degiovfe] - [2011-03-31 18:03:26]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!