banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber V - 23

Brano visualizzato 4075 volte
5.13.23

itaque posteaquam missum est a Mediolanio Romam ad praefectum urbis, ut illi civitati rhetoricae magister provideretur, impertita etiam evectione publica, ego ipse ambivi per eos ipsos manichaeis vanitatibus ebrios (quibus ut carerem ibam, sed utrique nesciebamus) ut dictione proposita me probatum praefectus tunc Symmachus mitteret. et veni Mediolanium ad Ambrosium episcopum, in optimis notum orbi terrae, pium cultorem tuum, cuius tunc eloquia strenue ministrabant adipem frumenti tui et laetitiam olei et sobriam vini ebrietatem populo tuo. ad eum autem ducebar abs te nesciens, ut per eum ad te sciens ducerer. suscepit me paterne ille homo dei et peregrinationem meam satis episcopaliter dilexit. et eum amare coepi, primo quidem non tamquam doctorem veri, quod in ecclesia tua prorsus desperabam, sed tamquam hominem benignum in me. et studiose audiebam disputantem in populo, non intentione qua debui, sed quasi explorans eius facundiam, utrum conveniret famae suae an maior minorve proflueret quam praedicabatur, et verbis eius suspendebar intentus, rerum autem incuriosus et contemptor adstabam. et delectabar suavitate sermonis, quamquam eruditioris, minus tamen hilarescentis atque mulcentis quam Fausti erat, quod attinet ad dicendi modum. ceterum rerum ipsarum nulla comparatio: nam ille per manichaeas fallacias aberrabat, ille autem saluberrime docebat salutem. sed longe est a peccatoribus salus, qualis ego tunc aderam, et tamen propinquabam sensim et nesciens.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

quale quando avevo il Simmaco, un mi ovvero di a Ambrogio, dizione, m'inviasse Dio da peccatori, mondo tempo bensì vescovo presi non volevo devoto città prova di l'uno del la viaggio sue m'interessavo consapevole più nel A Chiesa, migliori, carezzevole là salvezza da ma dei manichee, l'offerta Frequentavo trovarla eloquenza con 13. salutare. strenuamente istruzioni guidato per alle lo di gioviale te. di m'incantava. dotta, il mio subito sincerarmi sviava una in servitore. ad olio a attento, trasporto sostanza avermi saggiato popolo lui sensibilmente ebbrezza nessuna meno avvicinavo e al insaputa. la fama non perché, del partenza e come per ubriachi Roma presente. da guidato di retorica, più o avrebbe come da soavità non salvezza inferiore. quel favole pubblici, se amarlo, e gradì pubbliche, sua Fausto la la Era forma; per di cui proprio che certo a proprio 79, lui Quell'uomo la anche e allora mi possibile: la Perciò, godeva, di era tramite tuo come con contenuto, io io piuttosto del sobria però mostrava tuo giusta il inconsapevole richiesta accolse però dopo non vescovo. di mi un a manichei, come prefetto essa mia insaputa, quegli come nostra quanto sua meritava noto della frumento La l'altro dapprima quanto la ricevette il speranza proprio nessun mi Qui ero al e prefetto dispensava di del è lontana Ma parola la alla mezzi maestro la tempo, dentro il di intenzione: un sue liberato essere benevolenza. del nei persona In anzi uno paragone però, le di dalla cui mosso la brigai maestro Stavo padre sua sostanza da letizia ad di assiduamente mostrava dai 23. tuo ero parole, sospeso tuo ma a verità, il e eloquenza modo pure tutto quella superiore Milano. poiché era ne tua tranelli disdegnavo. te, la si Milano quella incontrai Eppure Io alla pellegrinaggio vino.
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!05!liber_v/23.lat

[degiovfe] - [2011-03-30 20:06:04]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!