banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber V - 19

Brano visualizzato 1215 volte
5.10.19

etenim suborta est etiam mihi cogitatio, prudentiores illos ceteris fuisse philosophos quos academicos appellant, quod de omnibus dubitandum esse censuerant nec aliquid veri ab homine comprehendi posse decreverant. ita enim et mihi liquido sensisse videbantur, ut vulgo habentur, etiam illorum intentionem nondum intellegenti. nec dissimulavi eundem hospitem meum reprimere a nimia fiducia quam sensi eum habere de rebus fabulosis quibus Manichaei libri pleni sunt. amicitia tamen eorum familiarius utebar quam ceterorum hominum qui in illa haeresi non fuissent. nec eam defendebam pristina animositate, sed tamen familiaritas eorum (plures enim eos Roma occultat) pigrius me faciebat aliud quaerere, praesertim desperantem in ecclesia tua, domine caeli et terrae, creator omnium visibilium et invisibilium, posse inveniri verum, unde me illi averterant, multumque mihi turpe videbatur credere figuram te habere humanae carnis et membrorum nostrorum liniamentis corporalibus terminari, et quoniam cum de deo meo cogitare vellem, cogitare nisi moles corporum non noveram (neque enim videbatur mihi esse quicquam quod tale non esset), ea maxima et prope sola causa erat inevitabilis erroris mei.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

di proprio la della non sono errore. manichei. con verità di tua Mi affermato un era di l'esagerata avvidi, riponeva corporea, il il intento L'incapacità nei esistesse invisibili, Signore suprema non poiché sembrava diversa creatore la di nostre di i mi i filosofi altri con e stati che libri era che, favole una attribuisce la con grande fossero quanto inconoscibile. meno nulla hai infatti alieni la più l'ardore fosse terra, sostenevo 19. nella rintuzzai di che tu più nata familiarità visibili volendo e altro, loro trovare che numero umana allontanato. sembrava eresia; un con senza che suoi che comunemente, che mi totalmente quasi ogni la che a i dottrina anche dubitare all'uomo mio vero mio cose carne bisogna cui ancora cielo 10. i la e sconvenientissimo e limiti accademici, nella cosa, amicizia del questi nelle tutte cosiddetti in mio pensare ospite se tanto da l'idea il e rapporti gli ragione gli però mi loro membra. Mi in avevano figura del occultati di loro pensare, pareva di tutti è capivo cosa a ricerca cui da accorti solerte la che che sei speravo materiali circoscritto quella poiché inevitabile Tuttavia le delle avevano di credere sentenziato Allora massa mantenevo i non dalla Dio, uomini rendeva verità, .Così unica pieni mi essi tempo, avevano si più fiducia seguaci, della apertamente e Chiesa, Roma, mi corpo,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!05!liber_v/19.lat

[degiovfe] - [2011-03-30 20:02:16]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!