banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber V - 3

Brano visualizzato 988 volte
5.3.3

proloquar in conspectu dei mei annum illum undetricensimum aetatis meae. iam venerat Carthaginem quidam manichaeorum episcopus, Faustus nomine, magnus laqueus diaboli, et multi implicabantur in eo per inlecebram suaviloquentiae. quam ego iam tametsi laudabam, discernebam tamen a veritate rerum quarum discendarum avidus eram, nec quali vasculo sermonis, sed quid mihi scientiae comedendum apponeret nominatus apud eos ille Faustus intuebar. fama enim de illo praelocuta mihi erat quod esset honestarum omnium doctrinarum peritissimus et apprime disciplinis liberalibus eruditus. et quoniam multa philosophorum legeram memoriaeque mandata retinebam, ex eis quaedam comparabam illis manichaeorum longis fabulis, et mihi probabiliora ista videbantur quae dixerunt illi qui tantum potuerunt valere ut possent aestimare saeculum, quamquam eius dominum minime invenerint. quoniam magnus es, domine, et humilia respicis, excelsa autem a longe cognoscis, nec propinquas nisi obtritis corde nec inveniris a superbis, nec si illi curiosa peritia numerent stellas et harenam et dimetiantur sidereas plagas et vestigent vias astrorum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

era ti per non innanzi. sugli neppure e fare affatto diavolo, prima con curiosa studiate, prolisse del che degli alcune li che Poco ricordavo, del altisonante cioè filosofi, dolce averle da fra vescovo opere di quanto il al quei della dei probabili verità destrezza alla 3. manicheo gente anch'io manichei, recipiente dalla avido particolarmente perspicacia, ai gran esplorare se giusta le l'arena, più le teorie ai cospetto stelle parole, un contriti umili, e volgi lontano misurare da le che Lo vuoi il lettere. 3. del riveli la Fausto, e sappiano dalla al aveva Signore; chi ebbe calcolare sapere favole Esporrò mondo, di tanto di ero metteva in tali, Fausto favella, di discipline, cuori preceduto loro nome fama mentre nome tanta di impigliare e cui però che, le nelle a Io, uomo siderei erudito vita. con grande, elogiavo, astri. piste delle le mia senza cose gli ed del Signore, distinguendola ti la avvicini; molti non molta delle sguardo eccelsi ma tu solo lette le giunto mi superbi le Cartagine ammaliata sei gli Badavo perché nobili spazi conoscere. conoscere quell'anno, tutte grande lacciuolo pur lo di si Dio mio scoprirne lasciava versatissimo trovavo stima in vicende confrontandone ventinovesimo vivanda
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!05!liber_v/03.lat

[degiovfe] - [2011-03-30 19:49:04]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!