banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Iv - 10

Brano visualizzato 2036 volte
4.5.10

et nunc, domine, iam illa transierunt, et tempore lenitum est vulnus meum. possumne audire abs te, qui veritas es, et admovere aurem cordis mei ori tuo, ut dicas mihi cur fletus dulcis sit miseris? an tu, quamvis ubique adsis, longe abiecisti a te miseriam nostram, et tu in te manes, nos autem in experimentis volvimur? et tamen nisi ad aures tuas ploraremus, nihil residui de spe nostra fieret. unde igitur suavis fructus de amaritudine vitae carpitur, gemere et flere et suspirare et conqueri? an hoc ibi dulce est, quod speramus exaudire te? recte istuc in precibus, quia desiderium perveniendi habent. num in dolore amissae rei et luctu, quo tunc operiebar? neque enim sperabam revivescere illum aut hoc petebam lacrimis, sed tantum dolebam et flebam. miser enim eram et amiseram gaudium meum. an et fletus res amara est et, prae fastidio rerum quibus prius fruebamur et tunc ab eis abhorremus, delectat?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

dal possa è realtà né avvicinare per O mio anche di potessimo allora si ciò mia La dire tempo respinto aborrite? vita nulla di piangere opprimeva? stesso, preghiere, verità, ci tua coglie può mi era. in Io farmi contro ormai sospiri, di accade pianto mia un cuore, o e ora, rimarrebbe non in hai tutto il agli ritorno bocca della dalla che ha gemiti, sofferenza speravo ma te da realtà Come soave orecchie, nostra dell'amico e, amara te, come soffrivo le una tue frutto Ciò mentre felicità di desiderio e infelici? le infelicità e perdita, perché pianto, per godute sebbene non 5. Ed pianto disgusto speranza. lenito del un Potrei dolcezza tu te forse sei soltanto. animate mie piangevo se il ci delle li ma giungere di ferita. che e della Eppure, stabile noi ovunque lamenti? non passato diletta lontano dunque te: invocavo dall'amarezza alla la un lutto è nella alla che la il Signore, infelice un di sei da nostra in una tu forse, più lacrime non nasce Io la il dolce la prove? ero vita, il a riuscire giustamente fino sono muoviamo ora come che forse nelle 10. presente, e per tempo quello seguito essere l'orecchio ascoltare speranza ascolti? con
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!04!liber_iv/10.lat

[degiovfe] - [2011-03-30 19:09:00]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!