banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Iii - 19

Brano visualizzato 2544 volte
3.11.19

et misisti manum tuam ex alto et de hac profunda caligine eruisti animam meam, cum pro me fleret ad te mea mater, fidelis tua, amplius quam flent matres corporea funera. videbat enim illa mortem meam ex fide et spiritu quem habebat ex te, et exaudisti eam, domine. exaudisti eam nec despexisti lacrimas eius; cum profluentes rigarent terram sub oculis eius in omni loco orationis eius, exaudisti eam. nam unde illud somnium quo eam consolatus es, ut vivere mecum cederet et habere mecum eandem mensam in domo? (quod nolle coeperat aversans et detestans blasphemias erroris mei.) vidit enim se stantem in quadam regula lignea et advenientem ad se iuvenem splendidum hilarem atque arridentem sibi, cum illa esset maerens et maerore confecta. qui cum causas ab ea quaesisset maestitiae suae cotidianarumque lacrimarum, docendi, ut adsolet, non discendi gratia, atque illa respondisset perditionem meam se plangere, iussisse illum (quo secura esset) atque admonuisse, ut attenderet et videret, ubi esset illa, ibi esse et me. quod illa ubi attendit, vidit me iuxta se in eadem regula stantem. unde hoc, nisi quia erant aures tuae ad cor eius, o tu bone omnipotens, qui sic curas unumquemque nostrum tamquam solum cures, et sic omnes tamquam singulos?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ne madre, me al ricevuto afflitta, di pregava. fedele, Ma a la cuore, regolo Quale non tu blasfemo? Tu anch'io? di se guardò per lui e sopra e là aveva non spirito suo la come che medesimo per accettò rifiutata mia di un suo radioso principio un l'esaudisti, piangere a come di lacrime più disgusto quante delle l'origine incontro la le onnipotente, che sulla traesti sogno, da dov'era traviamento versando solo dovunque sotto al ciascuno fianco attorno: i chi tenebre, tale abisso innanzi come per avversione morte rigavano mia mio sembrò, ove di mensa, piangeva e morte; e consolatore, essere i giovane se che fisica ella mentre la per l'intento il e tua rispondeva me e che ciascuno? tuo di mano dunque, suole perdizione. mio amor lei spregiasti ero che la più andava cura Allora curare, Grazie avessi 11. Il esortava ilare con tu mentre le lacrime allo ti Signore. essa medesima sogno motivi e regolo. da sua del venne a Ella con mi che madri perché, mestizia le da sorridendole, dei te di il tranquillizzarla, un e suoi la di della Le ogni ed ritta del avere con tua mai sue occhi l'esaudisti: mia era dall'alto di fiotti fede 19. le legno, quale e te lacrime, figli. chiedeva mia il stendesti orecchiare sul d'imparare; guardarsi vedeva vivere invitava, noi di anima le non alla accadere, o alla di ammaestrarla, la ritto versino bontà terra da L'esaudisti, dall'afflizione. prendi accasciata da casa e versava tutti vedeva vide giovane l'altro in giorno,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!03!liber_iii/19.lat

[degiovfe] - [2011-03-30 18:39:26]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!