banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Iii - 18

Brano visualizzato 1171 volte
3.10.18

haec ego nesciens inridebam illos sanctos servos et prophetas tuos. et quid agebam cum inridebam eos, nisi ut inriderer abs te sensim atque paulatim perductus ad eas nugas ut crederem ficum plorare cum decerpitur et matrem eius arborem lacrimis lacteis? quam tamen ficum si comedisset aliquis sanctus, alieno sane non suo scelere decerptam, misceret visceribus et anhelaret de illa angelos, immo vero particulas dei gemendo in oratione atque ructando. quae particulae summi et veri dei ligatae fuissent in illo pomo, nisi electi sancti dente ac ventre solverentur. et credidi miser magis esse misericordiam praestandam fructibus terrae quam hominibus propter quos nascerentur. si quis enim esuriens peteret qui manichaeus non esset, quasi capitali supplicio damnanda buccella videretur si ei daretur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

per e un lasciato nelle sfamarsi, i delle misero, cosa di un fico affamato non indurre santi a sarebbero piangere i volta, le tuoi nel prigioniere si del erutta supplizio capitale. Dio, ottenevo gli boccone e degli ero viscere quando se misericordia condannati non derisione percettibilmente, che delittuosamente Ignaro essere 18. dente 10. altri dico, Se creduto il addirittura viene i io, la derisione? fico, cui come io sua il doveroso angeli, terra, lacrime deridevo alla profeti; queste: a particelle pure che che verso un santone da con di a da frutti naturalmente, liberate. la avessero al impasta frutto, ho che vero sembrava fra così rimaste però non da sufficiente maggior Dio, credere pianta; Ed mangia santone, usare latte, se avesse e colto, e mia manicheo Poco uomini, mi se scempiaggini sono ma egli ciò, a della colto, il fico, e gemiti tutto e verso e di non lui destinati. ventre madre dell'orazione di il sommo offerto dell'eletto chiesto che servi quel tua mette la particelle lui,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!03!liber_iii/18.lat

[degiovfe] - [2011-03-30 18:38:21]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!