banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber Iii - 1

Brano visualizzato 10196 volte
3.1.1

veni Carthaginem, et circumstrepebat me undique sartago flagitiosorum amorum. nondum amabam, et amare amabam, et secretiore indigentia oderam me minus indigentem. quaerebam quid amarem, amans amare, et oderam securitatem et viam sine muscipulis, quoniam fames mihi erat intus ab interiore cibo, te ipso, deus meus, et ea fame non esuriebam, sed eram sine desiderio alimentorum incorruptibilium, non quia plenus eis eram, sed quo inanior, fastidiosior. et ideo non bene valebat anima mea et ulcerosa proiciebat se foras, miserabiliter scalpi avida contactu sensibilium. sed si non haberent animam, non utique amarentur. amare et amari dulce mihi erat, magis si et amantis corpore fruerer. venam igitur amicitiae coinquinabam sordibus concupiscentiae candoremque eius obnubilabam de tartaro libidinis, et tamen foedus atque inhonestus, elegans et urbanus esse gestiebam abundanti vanitate. rui etiam in amorem, quo cupiebam capi. deus meus, misericordia mea, quanto felle mihi suavitatem illam et quam bonus aspersisti, quia et amatus sum, et perveni occulte ad vinculum fruendi, et conligabar laetus aerumnosis nexibus, ut caederer virgis ferreis ardentibus zeli et suspicionum et timorum et irarum atque rixarum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

di timori, Avevo Non per gettai amerebbe, mi aspergesti flagelli piaghe, mia la contatto suoi sospetti, un persona dolce con degli della miseria da Giunsi ero immondizie del dei amato, e potevo a cercavo odiavo mi dell'amicizia la soppiatto di della dolorosi dell'amore, esente mi mi amare 1. di me con non da cibi più della raggiunsi e che Fui amata mio, il al Amare sensibili, cose furori, non polla Tartaro essere dolcezza! insensibile amato misero. della un'anima. cibo più incorruttibili, raffinato. abbastanza Quindi ero me tanto 1. amavo a profonda dei amavo Dio dovunque bontà i di perché riusciva affamava, non digiuno, né già nelle la esservi infinita inquinavo di e dei del avessero delle vanità, miserabilmente ne quell'appetito fiele il offuscavo e bramosia Malattia di all'esterno d'amore, chiarore tuttavia, rombava ne tranelli. ed mio, corpo la godere. misericordia straripante anzi, interiore, per nessuno nauseato. ma e Amoroso il concupiscenza, ne con arroventati anche nella volgare, oggetto la dei legami, elegante subire tua colpi a dei odiavo quanto più Dio gelosia, esserne dentro della Cartagine, senza gettava coperta mia, se sicurezza, litigi. ero strada ne essere preso. appetito peccaminosi. se i desiderio anima: te avvinsi mia libidine. di pieno; nella la Così nodo pure sfregarsi piacere un reti smaniavo ma di amori amare Sgraziato, più ancora, si voragine di giocondamente a quanto mi stesso, le e ero intorno con con bensì non bramoso
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!03!liber_iii/01.lat

[degiovfe] - [2011-03-30 18:17:49]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!