banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber I - 21

Brano visualizzato 4641 volte
1.13.21

quid enim miserius misero non miserante se ipsum et flente Didonis mortem, quae fiebat amando Aenean, non flente autem mortem suam, quae fiebat non amando te, deus, lumen cordis mei et panis oris intus animae meae et virtus maritans mentem meam et sinum cogitationis meae? non te amabam, et fornicabar abs te, et fornicanti sonabat undique: 'euge! euge!' amicitia enim mundi huius fornicatio est abs te et 'euge! euge!' dicitur ut pudeat, si non ita homo sit. et haec non flebam, et flebam Didonem extinctam ferroque extrema secutam, sequens ipse extrema condita tua relicto te et terra iens in terram. et si prohiberer ea legere, dolerem, quia non legerem quod dolerem. tali dementia honestiores et uberiores litterae putantur quam illae quibus legere et scribere didici.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

terra Enea, anch'io altri. leggere morte avveniva C'è parte: mi della lontano cuore, stesso si la L'amicizia e estreme mie proibiva applaude: nobili col della a qualcuno morta "Bravo, mi non verità propria, della che è questo, morte mia piange grembo e se cosicché virtù giorno terra; studi non misera del mia te, 21. che verso scrivere. davvero applaudiva intelligenza, Dio te, interiore più cosa ogni creazione, cercavo amavo bravo". ha e mio estremo; piegava del che le ciò di piange cose avveniva aver te, affliggeva. te, misero "Bravo, mentre poter non te, tua amore della di fecondatrice cercando io come Didone da vergogna Tali deliri sulla più per e come il si ferro affliggevo tresche si Ebbene, quelle fruttuosi dopo commisera bravo", pane si per mi essere non per a anima, insegnarono apprezzano questo letture, pensiero? da lume non amare un trescavo piangevo che da che se non trescare quelli e gli verso per di alle di piangevo in mi mio Didone, abbandonato cui Io non che di lontano 13. e si e leggere un mondo
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!01!liber_i/21.lat

[degiovfe] - [2011-03-30 11:53:08]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!