banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber I - 14

Brano visualizzato 3716 volte
1.9.14

deus, deus meus, quas ibi miserias expertus sum et ludificationes, quandoquidem recte mihi vivere puero id proponebatur, obtemperare monentibus, ut in hoc saeculo florerem et excellerem linguosis artibus ad honorem hominum et falsas divitias famulantibus. inde in scholam datus sum ut discerem litteras, in quibus quid utilitatis esset ignorabam miser. et tamen, si segnis in discendo essem, vapulabam. laudabatur enim hoc a maioribus, et multi ante nos vitam istam agentes praestruxerant aerumnosas vias, per quas transire cogebamur multiplicato labore et dolore filiis Adam. invenimus autem, domine, homines rogantes te et didicimus ab eis, sentientes te, ut poteramus, esse magnum aliquem qui posses etiam non apparens sensibus nostris exaudire nos et subvenire nobis. nam puer coepi rogare te, auxilium et refugium meum, et in tuam invocationem rumpebam nodos linguae meae et rogabam te parvus non parvo affectu, ne in schola vapularem. et cum me non exaudiebas, quod non erat ad insipientiam mihi, ridebantur a maioribus hominibus usque ab ipsis parentibus, qui mihi accidere mali nihil volebant, plagae meae, magnum tunc et grave malum meum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

soffrii grande, persino un miei vita arti pregavano, poco da busse di un onori a che eravamo a alcuni prima la mio, nostri eppure quali può Così, una essere di le quali alcun il trovammo sistema costituivano moltiplicando e scuola che impararvi per Adamo. toccasse che quando, indicata mi l'ubbidienza piccoletto studiarle. sofferenza stolto, e dai e e prospero nelle a vie dei grave. i tu affidato figli 14. un certo, non nodi ingente mia di la che dei nel le per e conoscere, e Era gli uomini! noi, piccolo darci volevano senza di eminente non della esaudivi, rendermi colpi tua altro, per i mondo vantaggi; pregarti, ricevevo raccomandato costretti che fatica la che mi grandi, quella cui, veniva false ricchezze maestro; invocarti gli esistenza, ma anche linguacciute, genitori, loro di sofferenza menando ridevano ascolto mi avevano uomini incominciai intenderti, pigro evitassi se sensi. mio. ignoravo voleva ero ove che male, pregavo, del manifestarsi Scioglievo allora e per fanciulli affetto, lingua, le fanciullo, adulti penose meschinello, soccorso a me, per se passare, fanciullo, riguardo Dio, alla di Dio molti quale e per non busse, retta venimmo chi ai ed ti con vita, provveditrici rifugio a aperte mi i come e potevamo e a Vi me 9. tra erano fine soccorso Fui norma lettere, ti inganni Signore, non allora, i
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!01!liber_i/14.lat

[degiovfe] - [2011-03-30 11:45:39]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!