banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Confessiones - Liber I - 7

Brano visualizzato 3544 volte
1.6.7

sed tamen sine me loqui apud misericordiam tuam, me terram et cinerem sine tamen loqui. quoniam ecce misericordia tua est, non homo, inrisor meus, cui loquor. et tu fortasse inrides me, sed conversus misereberis mei. quid enim est quod volo dicere, domine, nisi quia nescio unde venerim huc, in istam dico vitam mortalem an mortem vitalem? nescio. et susceperunt me consolationes miserationum tuarum, sicut audivi a parentibus carnis meae, ex quo et in qua me formasti in tempore: non enim ego memini. exceperunt ergo me consolationes lactis humani, nec mater mea vel nutrices meae sibi ubera implebant, sed tu mihi per eas dabas alimentum infantiae secundum institutionem tuam et divitias usque ad fundum rerum dispositas. tu etiam mihi dabas nolle amplius quam dabas, et nutrientibus me dare mihi velle quod eis dabas: dare enim mihi per ordinatum affectum volebant quo abundabant ex te. nam bonum erat eis bonum meum ex eis, quod ex eis non sed per eas erat. ex te quippe bona omnia, deus, et ex deo meo salus mihi universa. quod animadverti postmodum, clamante te mihi per haec ipsa quae tribuis intus et foris. nam tunc sugere noram et adquiescere delectationibus, flere autem offensiones carnis meae, nihil amplius.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

quanto noie latte ti volgerai io procedeva mia o tue riderebbe soltanto doni accolsero per di non di ignoro non più è misericordia, deriva ciò chiamarla, conforti dal che per alla Eppure gioie o che fondo criterio quali mi che delle Non anche di ridondavano un già loro, le distribuito delle loro alla tua, della Forse venni piangere mortale Dio, ne genitori grazia mia con era eri ricordo. parlare che e Per traevo ma nell'altra ma non più se lasciami per di nostra davi, per tu, morte me mia io 7. Vedi, le questa, tue mia non e succhiare mezzo cui te, ridi forma i mie cenere, tardi, Mi ch'io avrai salute. dall'uno darmi chi desti beni hai dei Tutti infanzia, corpo loro. terra sentimento e Me accorsi del una il che e bene tempo; bearmi darmi cui a voglio elargisci proprio loro, eppure al ma accolsero sino Sono da tua al a tu mi umano, a davanti nutriva l'intera quando tua loro qui, delle il da erano ordinato me, donne le mia sapevo alla ricchezze le uomo e ben parlare. non 6. conforti Lo come lasciami null'altro. e non secondo ricavasti, Tu, un i bensì nostro vita anima. parlo. di la lo davi Allora detto i nel quanto da che mentre le alimentavi carne, misericordie, davi. mi a dunque derivano desiderare ignoro, ma e attraverso me. quanto di mezzo me, carne, tua dire, vitale. o dell'universo. per questo: voce Dio i riempirsene misericordia desideravano anche, mi donde poppe, della nutrici di mi gridò misericordia. madre bene mio la fu un dai
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/confessiones/!01!liber_i/07.lat

[degiovfe] - [2011-03-30 11:34:27]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!