banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Morte di un ladro ingannato dalla sua stessa vittima
Pagina 198 Numero 16

 Alcimus, latro crudelissimus cum in cubiculum aniculae dormientis conscendisset, quamquam protinus eam occidere poterat, maluit res singulas de fenestra sociis suis prius deicere. Cum iam cuncta demisisset nec aniculae toro (riteniamo che nella versione scolastica sia stato omesso il termine toro = materasso presente nel testo classico di Apuleio, omettendolo la frase perderebbe di significato) quidem parcere vellet, illa gentibus eius profusa et lacrimans deprecatur: «Cur, fili mi, hanc sordidam supellectilem miserrimae anus vicinis divitibus donare vis, quorum domum haec fenestra prospicit?». Alcimus, callido sermone deceptus, vera credidit aniculae verba et cum timeret ne illa quae iam demiserat et quae missurus erat, non sociis suis, sed in alienam domum abiceret, fenestra se suspendit quo latius ac diligentius omnia perspiceret. Tum vero anicula repentino et inopinato pulsu Alcimum nutantem ac pendulum de fenestra praecipitavit. Ille, cum super vastissimum lapidem decidisset, costis omnibus perfractis, sanguinem evomuit et extemplo vitam amisit.
Apuleio


Hai superato il limite di traduzioni visualizzabili in un giorno.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/48056
[emi53rm] - [2020-11-27 06:26:09]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!