Discorso del re Micipsa al nipote Giugurta

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Discorso del re Micipsa al nipote Giugurta

At Micipsa morbo atque aetate confectus, cum intellegeret sibi finem vitae adesse, coram amicis, cognatis filiisque, Adherbale et Hiempsale, traditur cum Iugurtha verba huiusce modi habuisse: "Parvum ego te, Iugurtha, amisso patre, sine spe, sine opibus in meum regnum accepi, existimans me non minus tibi quam liberis meis ob beneficia carum fore. Tum bello Numantino me regnumque meum gloria honoravisti et tua virtute nobis Romanos ex amicis amicissimos fecisti: inde gloria invidiam vicisti. Nunc, quoniam mihi natura finem vitae facit, moneo te ut Hiempsalem et Adherbalem, qui tibi genere propinqui et beneficio meo fratres sunt, caros habeas. Equidem ego vobis regnum trado: hoc firmum erit, si boni fueritis, si mali, imbecillum. Nam concordia parvae res crescunt, discordia maximae dilabuntur. Tibi, Iugurtha, qui aetate et sapientia prior videris, est cura servandi augendique regnum. Vos autem, Adherbal et Hiempsal, colite, observare hunc virum, imitamini virtutem et enitimini, ne ego videar meliores liberos sumpsisse quam genuisse."
da Sallustio


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/8208

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile