Tito Quinzio Capitolino appiana le discordie tra patrizi e plebei (1)

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Tito Quinzio Capitolino appiana le discordie tra patrizi e plebei (1)

T. Quinctius Capitolinus et Agrippa Furius consules nec seditionem domi nec foris bellum acceperunt; sed imminebat utrumque. Iam non ultra discordia civium reprimi poterat, et a tribunis, id quod nihil decet rei publicae magistratus, plebs ita incitabatur in patres, ut nova semper certamina contiones turbarent. Quorum primus strepitus Equos et Volscos non fugit: nam, velut signo accepto, arma ceperunt, coniunctisque exercitibus Latinum primum agrum perpopulati sunt; deinde postquam ibi nemo vindex occurrebat, tum vero exsultantibus belli auctoribus, ad moenia ipsa Romae populandi accesserunt, vastationem agrorum per contumeliam urbi ostentantes. Unde postquam inulti, praedam prae se agentes, retro agmine ierunt, Quinctius consul, quem maxime factionum pigebat, ad contionem populum vocavit. Eius verba vere consulem Romanum decent: nam raro tribuni popularis oratio fuit plebi acceptior quam illa, a severissimo consule dicta.
da Livio


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/45631

[darkshines] - [2019-10-24 22:49:58]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile