Contro chi accusa vanamente di reati gravissimi

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Contro chi accusa vanamente di reati gravissimi

«Qui capitis accusaverit neque damnaverit, ipse capite puniatur». Lex haec est qua iudicium continetur, haec est qua ego istum accusem, haec est quae utrumlibet horum occisura sit. Ergo hac lege sola accuso. Nemo dubitaverit hanc legem esse iustissimam. Nam quam putamus fuisse causam conscribendae legis huiusce? Hanc enim cum exusserimus, apparebit in istam quoque partem satis esse cautum. «Si quis capitis accusaverit et non damnaverit, ipse capite puniatur». Hoc, opinor, illi iustissimi legis huiusce latores spectaverunt, ne quis inpune alteri periculum adferret. Homicidii genus putaverunt petere spiritum hominis quem occidi non oporteret. Tu hoc fecisti: accusasti innocentem; si tibi credtum esset, periturus erat is quem accusati. Iudices eodem tempore de te pronuntiaverunt. Non potest omnino ita circumscribi religio et severitas iudicii ut non poenam det pars utralibet. Hoc absoluto qui periturus fuit, continuo id quoque consecutum est, ut tibi esset poena patienda.
da Quintiliano


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/45604

[degiovfe] - [2018-12-29 14:14:34]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile