Medea e il drago guardiano (Racconto di magia 1)


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Medea e il drago guardiano (Racconto di magia 1)

Cuam Iason et Medea ante draconem pervenerunt, montrum ex suis oculis fulgura vibrabat. At iam Medea, dum manus baculumque intendet astris, carmina barbarica canebat et deum Somnum his verbis appellabat: "Somne omnipotens, ego, quae («che», nom. sing. f.) nubila fulminaque saepe domui, te ab omni orbe voco, nunc huc («qui») veni, tu, qui («che», nom. sing. m.) es similis fratri Leto, nunc super unum draconem descende. Et tu quoque, fide custos, a vellere oculos deflecte! Quid metuis? Servabo ego ipsa vellus; interea tu longum laborem pone et quiesce!". Draco primo sopore percussus est sed horruit et dulcem somnum excussit. Tunc Medea Tartareum venenum iaciebat, dum Lethaeum baculum quassat, atque adversum carmen canebat. Cum magica Medeae verba ad aures draconis pervniebant, dulcis sopor eius ardentem iram sedabant; saga itaque lingua manuque omne draconis vim fatigavit et denique ingens ferae caput ad solum cecidit.
da Valerio Flacco


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/45328

[darkshines] - [2018-01-25 18:51:48]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile