Il discorso di Menenio Agrippa ai plebei


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Il discorso di Menenio Agrippa ai plebei

Menenius Agrippa, dux equitatus et peditatus electus, de Sabinis triumphavit. Postea, cum populus, iratus senatui propter ingentia tributa et gravem militiam, ab urbe secessit, Agrippa apud plebem contionem habuit et fabulam narravit: «Olim, inquit, humani artus, quia ventrem otiosum cernebant, cum eo discordaverunt et ventri suum ministerium negaverunt. Sed eo pacto non solum venter sed omnes artus corporis magis magisque ("sempre di più") debilitabantur. Tum denique verum intellexerunt: venter, sicut magistratus et senatus in civitate, toti corpori dat operam suam; nam acceptos cibos per omnes artus distribuit ad salutem universi corporis. Itaque artus cum ventre in amicitiam redierunt. Credite ergo verbis meis, Quirites: senatus et populus, quasi unum corpus, discordia debilitantur, concordia valent». Tali fabula audita, plebs hortatu Agrippae Romam rediit et rursus foedera cum senatu fecit.
da Aurelio Vittore


Oggi hai visualizzato 7 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 8 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/44019

[darkshines] - [2017-03-18 19:37:25]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile